Sci di fondo, Trump “chiude” gli Stati Uniti. Cancellate le sprint di Minneapolis

La pandemia di Covid-19 sconvolge inevitabilmente di giorno in giorno il calendario degli sport invernali. Nella mattinata odierna la Fis ha annunciato la cancellazione della sprint di Minneapolis, prevista per martedì 17, in seguito alle drastiche misure decise dall’amministrazione Trump per contenere il diffondersi del contagio.

Questo il comunicato della Federazione Internazionale: “A causa del propagarsi del Coronavirus e delle restrizioni ai viaggi annunciate dagli Stati Unti, le imminenti competizioni di Coppa del Mondo previste a Minneapolis sono state cancellate. La salute e il benessere degli atleti, degli addetti ai lavori e del pubblico sono una priorità per gli organizzatori. Le squadre sono presenti a Quebec City e le competizioni previste il14 e il 15 marzo si terranno come da programma. Qualsiasi ulteriore sviluppo riguardo le finali di Canmore, sarà annunciato non appena noto”.

Riguardo le finali di Canmore, è notizia di stamani che dopo la Norvegia e, di fatto l’Italia, anche la Svezia ha deciso di non prendervi parte. Resta davvero da capire se, a questo punto, avranno luogo, oppure se la Coppa del Mondo di sci di fondo terminerà in anticipo.

Peraltro, la cancellazione delle sprint di Minneapolis, influirà anche sul cosiddetto Sprint Tour, che avrebbe dovuto avere tre tappe. Cosa deciderà di fare la Fis? Lo terrà valido con i soli due appuntamenti di Quebec City, attualmente confermati, utilizzando il cervellotico regolamento per l’assegnazione di 300 punti complessivi di Coppa del Mondo? Oppure, vista la cancellazione di una gara, trasformerà le prove di Quebec City un due gare di Coppa del Mondo separate, che assegneranno quindi un totale di 200 punti?  Si attendono delucidazioni in merito a una situazione in divenire di ora in ora.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI SCI DI FONDO

paone_francesco[at]yahoo.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Colombo Pier

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, GP Australia 2020: le gomme Pirelli scelte da Ferrari, Mercedes e Red Bull. Possibili strategie tra qualifiche e gara

Boxe, Qualificazioni olimpiche asiatiche: tutti i risultati e i qualificati a Tokyo 2020