Show Player

Sci alpino, Petra Vlhova fa paura. Da gennaio sempre sul podio in gigante e slalom. E’ la vera favorita per la Coppa del Mondo?



Federica Brignone, Mikaela Shiffrin, Petra Vlhova. Giovedì scatta il momento dell’attesissima sfida tra loro tre, con la Coppa del Mondo femminile di sci alpino che chiuderà i battenti ad Are, ma solo dopo una fantastica battaglia tra queste campionesse. In testa c’è Brignone, seconda è Shiffrin, ma a far grande paura all’azzurra e all’americana è proprio la slovacca, semplicemente perfetta in gigante e slalom nel nuovo anno.

Una continuità incredibile per la slovacca nelle discipline tecniche e proprio per questo potrebbe diventare la grande favorita nella corsa alla sfera di cristallo. Giovedì è in programma uno slalom parallelo ed il precedente è stato vinto proprio da Vlhova, poi spazio al gigante, dove la slovacca è in seconda posizione nella classifica di specialità ed è reduce da due podi consecutivi.

Loading...
Loading...

Alla fine poi sabato è il momento dello slalom e, complice l’assenza di Shiffrin, nelle ultime tre gare tra i rapid gates la slovacca è sempre salita sul gradino più alto del podio. Una Vlhova che può davvero fare 300 punti (ne ha 189 da recuperare a Brignone) e dunque mettere grandissima pressione ad una Federica che è praticamente obbligata a fare risultato in slalom.

Per fortuna della valdostana c’è quel clamoroso zero della combinata di Crans Montana che pesa tantissimo sulla stagione di Petra Vlhova. La slovacca era la grande favorita per la vittoria ed è uscita in slalom, messa sotto pressione da una manche di ottimo livello dell’italiana. La speranza è proprio quella che Vlhova risenta di un po’ di tensione, anche perchè torna la rivale Shiffrin, e che dunque commetta qualche errore che adesso non ha più margine di recupero.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI SCI ALPINO

andrea.ziglio@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top