Show Player

Sci alpino, Alexis Pinturault domina la prima manche del gigante di Hinterstoder, Kristoffersen e Kilde inseguono, 7° De Aliprandini



Alexis Pinturault è tornato. Ufficialmente. Dopo la vittoria di ieri in combinata, infatti, il francese comanda in maniera nettissima anche la prima manche del gigante di Hinterstoder (Austria) valevole per la Coppa del Mondo di sci alpino 2019-2020. Dopo diverse occasioni mancate, il transalpino ha toccato il fondo nella trasferta nipponica di Naeba, un “tonfo” che ha scosso il campione nativo di Moutiers che in questa tre giorni sulla pista denominata ‘Hannes Trinkl’ ha dimostrato di essere di nuovo ai suoi livelli, con la rincorsa alla Sfera di Cristallo che si rifà davvero concreta. Nella prima manche odierna, come detto, ha messo basi solide per conquistare altri 100 pesantissimi punti che, visto l’andamento dei rivali, potrebbero davvero condurlo in vetta alla classifica generale. Lo scopriremo dalle ore 12.30 con il via della seconda metà di gara.

Loading...
Loading...

Il ventottenne francese ha concluso la prima discesa con il tempo di 1:24.30 in un gigante lungo e tecnico nel quale, letteralmente, ha danzato sulla neve, specialmente nella parte alta del percorso. Alle sue spalle, con un distacco di ben 90 centesimi, il croato Filip Zubcic che conferma quanto di buono fatto vedere nelle ultime settimane tra le porte larghe limitando i danni, mentre è terzo lo sloveno Zan Kranjec a 1.12, un altro interprete della specialità di primissimo livello che ribadisce volta per volta la sua qualità.

Quarta posizione per il francese Mathieu Faivre a 1.27, davanti allo svedese Matts Olsson a 1.38, mentre è sesto con un distacco di 1.42 il norvegese Henrik Kristoffersen a sua volta concentrato sulla lotta per la classifica generale, nonostante una prima metà di gara non impeccabile. Settima posizione per il primo degli azzurri. Luca De Aliprandini accusa 1.72 da Pinturault, ma tutto sommato ha concluso una delle manche più positive di questa sua annata condotta troppo spesso ad alti e bassi. Completano la top ten lo statunitense Tommy Ford, ottavo a 1.86, davanti al leader della graduatoria generale, Aleksander Aamodt Kilde che, tra un errore e l’altro, conclude solamente nono a 1.88. Decimo, infine, lo svizzero Marco Odermatt a 1.94.

Prova incolore per Riccardo Tonetti che conclude in ventinovesima posizione con un gap di 3.01 davanti a Giovanni Borsotti a 4.09. I due italiani si qualificano per la seconda manche e avranno a disposizione la pista in condizioni ideali.

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top