Show Player

Pallanuoto, il Settebello ed il rinvio delle Olimpiadi. Quali giovani potrebbero entrare nel giro azzurro nel 2021



Il rinvio non oltre l’estate 2021 dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020 apre a nuovi scenari anche per la pallanuoto, con il Settebello di Sandro Campagna che ha staccato il pass vincendo il titolo mondiale nel 2019 ed il CT ora avrà tanto tempo per costruire la squadra da 12+1 (dodici effettivi ed una riserva) da portare in Giappone.

Dai trionfali Mondiali 2019 agli Europei di inizio 2020 però un solo avvicendamento era arrivato tra i tredici prescelti di Campagna: nel torneo continentale Andrea Fondelli aveva preso il posto di Edoardo Di Somma. Altri dodici mesi (presumibile lo slittamento di un intero anno, anche se si è detto non oltre l’estate 2021) però potrebbero portare all’inserimento di altri atleti nel gruppo.

Loading...
Loading...

I tredici della rassegna continentale sono stati Marco Del Lungo e Niccolò Figari (Brescia), Michael Bodegas (Barceloneta), Vincenzo Dolce e Gianmarco Nicosia (Banco Bpm Sport Management), Matteo Aicardi, Francesco Di Fulvio, Gonzalo Echenique, Pietro Figlioli, Andrea Fondelli, Stefano Luongo, Vincenzo Renzuto e Alessandro Velotto (Pro Recco).

Per il collegiale di Sori, poi cancellato per l’esplosione della pandemia di Coronavirus, Sandro Campagna aveva convocato 21 atleti, dai quali sarebbero certamente usciti poi i 13 per Tokyo. Oltre alla squadra vista all’opera nella rassegna continentale, dunque è tra questi nomi che bisogna cercare possibili innesti per il 2021.

Gli altri otto azzurri selezionati dal CT Campagna erano Jacopo Alesiani, Giacomo Cannella, Nicholas Presciutti (Brescia), Lorenzo Bruni, Luca Damonte (Banco Bpm Sport Management), Edoardo Di Somma (Pro Recco), Francesco De Michelis, Matteo Spione (Roma Nuoto).

Tralasciando Presciutti, tornato nell’orbita della Nazionale dopo l’infortunio alla spalla, e Di Somma, iridato lo scorso anno, gli altri sei sono i veri outsider nella corsa per provare ad insidiare qualche azzurro. L’accoppiata della Sport Management Luca Damonte (1992) – Lorenzo Bruni (1994) è quella che potrebbe arrivare al 2021 nel pieno della maturità agonistica.

I due ragazzi del Brescia, Jacopo Alesiani (1996) e Giacomo Cannella (1997), hanno ancora ampi margini di miglioramento e potrebbero addirittura esplodere nella prossima stagione, infine il duo della Roma Francesco De Michelis – Matteo Spione (entrambi 1999), avrà quasi un anno e mezzo per crescere col gruppo del Settebello e provare a cogliere l’occasione.

roberto.santangelo@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top