Show Player

Volley, Civitanova conquista la Coppa Italia! Finale leggendaria contro Perugia, la partita più lunga della storia



Civitanova sa solo vincere! La Lube ha conquistato la Coppa Italia 2020 di volley maschile al termine di una finale letteralmente al cardiopalma e caratterizzata da mille capovolgimenti di fronte andata in scena alla Unipol Arena di Bologna. I Campioni d’Italia, d’Europa e del Mondo hanno alzato al cielo l’unico trofeo che era sfuggito nella passata stagione trionfale e hanno aperto la bacheca per fare spazio alla sesta Coppa Italia della storia dopo quelle del 2001, 2003, 2008, 2009, 2017. La corazzata marchigiana ha infilato un micidiale filotto tra il maggio dell’anno scorso e oggi perché ha portato a casa scudetto, Champions League, Coppa Nazionale e a dicembre il Mondiale per Club: una striscia che soltanto squadre dall’elevatissima caratura tecnica sono in grado di realizzare.

La compagine guidata dallo strepitoso Fefé De Giorgi manda in visibilio i propri tifosi che possono esultare dopo addirittura 174 di battaglia campale contro Perugia, Civitanova vince per 3-2 (21-25; 25-23; 25-23; 34-36; 15-10) in quella che è diventata la partita di pallavolo più lunga in Italia da quando è in vigore il rally point system (superati i 165 minuti di Monza-Trento 2-3, SuperLega 2018). Perugia, capolista in campionato a pari punti con la Lube, non è riuscita a difendere il trofeo conquistato lo scorso anno sconfiggendo proprio la storica rivale: i Block Devils cercheranno la rivincita tra Champions League e SuperLega, sperando che la musica sia diversa rispetto alla passata stagione. Civitanova ringrazia le prove stellari di Osmany Juantorena (28 punti) e Yoandy Leal (23) serviti dalla regia di Bruninho mentre a Perugia non sono bastati i fuoriclasse Wilfredo Leon (30) e Aleksandar Atanasijevic (19), azionati da Luciano De Cecco, per poter festeggiare.

Loading...
Loading...

LA CRONACA DELLA PARTITA: 

Il primo set incomincia con una serratissima lotta punto a punto, si viaggia sul filo del cambiopalla fino al 12-12 quando Perugia mette il turbo: vincente di Podrascanin, due aces di Leon e altra stoccata del centrale serbo per il 16-12. La Lube recupera prontamente un break con un mani-out e un ace di Juantorena (17-15) ma i Block Devils sono bravi a mantenere il controllo della situazione fino al 20-19 quando poi allungano definitivamente sfruttando gli errori di Simon e Kovar oltre a un missile di Leon per il 23-19. A chiudere i conti sarà poi un errore al servizio di Lanza.

Serratissimo botta e risposta anche nel secondo parziale, si arriva rapidamente al pari a quota 11 quando un muro di Leal su Lanza e un errore offensivo di Atanasijevic regalano il 13-11 ai Campioni d’Italia. I ragazzi di Fefé De Giorgi sono particolarmente attenti, Leal e Juantorena salgono in cattedra e annichiliscono gli avversari (17-15). Perugia ha però la forza di rimanere in scia e di trovare il 21-21 con un muro sulla Pantera. I cucinieri trovano il guizzo vincente: 24-23 con un’invenzione di Juantorena, 25-23 con la stampatona di Anzani su Leon.

Gli umbri si portano sul +3 in avvio della terza frazione grazie allo strapotere tecnico e fisico di Atanasijevic e Leon ma i Campioni del Mondo entrano in battaglia con personalità, sono Leal e Simon a propiziare il nuovo pareggio a quota 13. Civitanova inizia a spingere e Perugia barcolla: spallata di Simon e diagonale di Juantorena (17-15). I biancorossi conservano il break ma è battaglia nel finale (23-22). Civitanova ha due set-point e Juantorena concretizza il secondo.

Dopo un avvio estremamente equilibrato nel quarto set (11-11), Perugia cerca l’allungo: errore al servizio di Diamantini, ace di Leon, muro di Atanasijevic su Leal e 14-11. Civitanova riesce però a rientrare prontamente: staffilata di Juantorena, ace di Leal e stoccata di Simon (15-15). Leon passa sopra al muro e De Cecco trova l’ace del 21-20 ma due parallele di Leal regalano il 22-22 alla Lube. Lo stesso schiacciatore è indemoniato, firma il 23-22 con una bordata addosso a Russo e poi Bieniek vince un contrasto a rete per il 24-22. Civitanova ha due match point consecutivi ma Russo e Plotnytskyi li annullano benissimo (24-24). Ai vantaggi va in scena una battaglia feroce, i Block Devils hanno due set-point, poi sono i cucinieri ad avere sette match-point che non vengono concretizzati (34-34). Leon decide di rompere gli indugi: missilata cosmica e muro su Juantorena per portare la contesa al tie-break.

Civitanova rientra in campo inferocita, Leal si carica la squadra sulle spalle e la porta avanti (6-3). Simon stampa Russo (7-4), Civitanova conserva il break con personalità, poi Diamantini trova il tocco del muro (12-8) e Leon non punge al servizio (13-9). A chiudere i conti è giustamente un superlativo Leal.

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI VOLLEY

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto LPS/Valeria Lippera

Loading...

Lascia un commento

scroll to top