Show Player

Valentino Rossi: “Giornata abbastanza positiva. Competitivi per alcuni aspetti. Yamaha ha potenziale se MotoGP è prioritaria”



Valentino Rossi ha concluso al decimo posto la prima giornata di Test MotoGP a Sepang, il Dottore non è riuscito a tenere il passo di Fabio Quartararo e Franco Morbidelli che si sono esaltati con le Yamaha del Team Petronas. Il nove volte Campione del Mondo è motivato a dare il massimo in Malesia per lanciarsi con convinzione verso il Mondiale MotoGP, questa sarà la sua ultima stagione con la Yamaha ufficiale e insegue risultati importanti per capire se può proseguire la propria carriera o se deve ritirarsi.

Il Dottore ha analizzato le sue prove in alcune dichiarazioni rilasciate a it.motorsport.com: “È stata una giornata abbastanza positiva. Ha piovuto un po’, quindi non siamo riusciti a finire il nostro programma. Però abbiamo fatto più di 50 giri, lavorando sulla M1 in versione 2020, una moto abbastanza differente sia a livello di telaio che di motore rispetto a quella dei test precedenti“.

Loading...
Loading...

Il 41enne ha proseguito: “Sotto certi aspetti siamo già competitivi, però sotto altri siamo un po’ peggio dell’anno scorso, nel senso che ancora non riusciamo a sfruttare tutto il nostro potenziale. Comunque credo che sia normale, perché è solo il primo giorno di lavoro per tutti“. Valentino Rossi si è soffermato sul nuovo capo tecnico David Munoz: “Mi trovo bene con David. Ha studiato molto durante l’inverno ed ha provato a capire tante cose. Penso che sia molto preparato e oggi abbiamo lavorato bene. Ovviamente dobbiamo cercare di sfruttare al massimo questi sei giorni di test per arrivare pronti alla prima gara“.

Il centauro di Tavullia ha poi concluso: Mi sembra che dall’estate scorsa siano cambiate un po’ di cose in Yamaha, che ora sta lavorando nella direzione giusta e si sta impegnando. Questo è positivo. È normale che ci vorrà un po’ di tempo, ma io credo che la Yamaha abbia un grande potenziale se il programma MotoGP diventa la sua priorità. Diciamo che gli ultimi anni, soprattutto il 2017 ed il 2018, erano stati molto difficili. Adesso sembra che finalmente la MotoGP sia di nuovo importante per la Yamaha. Questo è positivo, ma poi bisogna vedere se effettivamente i risultati saranno migliori“.

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI MOTOGP

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top