Show Player

UAE Tour 2020: tutti gli italiani in gara. Presenti Ciccone, Formolo e Ulissi



Inizia oggi il UAE Tour, seconda corsa a tappe World Tour della stagione. Il contingente azzurro al via è veramente nutrito. Saranno presenti, infatti, 24 italiani. Il più atteso è Giulio Ciccone (Trek-Segafredo), il quale, dopo il bel successo al Trofeo Laigueglia, proverà a contendere un posto in top-10 ai grandi del ciclismo mondiale. Al suo servizio, tra le file del sodalizio italoamericano, ci saranno Gianluca Brambilla e Nicola Conci. Potrebbero fare classifica anche altri due corridori di riferimento del movimento del Bel Paese. Parliamo della coppia UAE Team Emirates composta dal campione d’Italia Davide Formolo e da quel Diego Ulissi che di recente è stato secondo al Tour Down Under. I due, però, dovranno pensare innanzitutto al loro capitano Tadej Pogacar, primo favorito della corsa. Nel team emiratino, inoltre, sarà presente anche Oliviero Troia.

Pensa alla classifica anche Domenico Pozzovivo (Team NTT), il quale è tornato alla grande dal bruttissimo infortunio di cui è stato vittima. Una decina di giorni fa, infatti, ha colto un bel 14esimo posto al Tour de la Provence ed è stato 15esimo sul Mont Ventoux. Non ha una grossa concorrenza interna Mattia Cattaneo della Deceuninck Quick-Step. L’unico altro scalatore in squadra è James Knox. Potrebbe, dunque, fare un pensierino alla generale anche lui. Dario Cataldo (Movistar), invece, scorterà in salita Alejandro Valverde.

Loading...
Loading...

Moltissimi i nomi per le volate: ci sarà Jakub Mareczko (CCC), ancora a secco a inizio di stagione, saranno della partita, inoltre, anche i neoprofessionisti Alberto Dainese (Sunweb), già a segno all’Herald Sun Tour, e Attilio Viviani (Cofidis), che si è sbloccato alla Tropicale Amissa Bongo. Negli arrivi a ranghi compatti, oltretutto, attenzione anche a Imerio Cima (Gazprom), il quale, come si è visto al Tour de Saudi Arabia, sta iniziando a ingranare tra i professionisti dopo un paio di annate di apprendistato. Jacopo Guarnieri (Groupama-FDJ) avrà, invece, il compito di pilotare Arnoud Demare.

Andrea Vendrame (Ag2r la Mondiale), date le sue doti su arrivi che tirano all’insù, avrà sicuramente messo nel mirino l’arrivo sulla diga di Hatta Dam. Là, peraltro, potrebbe fare bene anche Enrico Battaglin (Bahrain-McLaren), il quale, inoltre, avrà al suo fianco il veterano Eros Capecchi. Per Salvatore Puccio (Ineos) c’è in programma, come sempre, una grossa mole di lavoro in favore dei compagni. Il giovane Cristian Scaroni (Gazprom), invece, potrebbe farsi vedere con qualche fuga, proprio come sovente faceva da U23.

Al via della gara emiratina c’è anche la Vini Zabù-KTM, capitanata da Giovanni Visconti, il quale potrebbe fare bene sia negli arrivi in salita (ambedue a Jebel Hafeet) che ad Hatta Dam. Al fianco del tre volte campione d’Italia, oltretutto, ci saranno anche Leonardo Tortomasi, Andrea Garosio, Umberto Marengo, che avrà il compito di buttarsi in volata, e Lorenzo Fortunato.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top