Show Player

Sci alpino, i promossi e i rimandati della settimana: sorridono Brignone e Kilde, Vlhova e Pinturault si mangiano le mani



Fine settimana davvero di grande rilevanza per la Coppa del Mondo di sci alpino. Gli uomini erano di scena sulle nevi nipponiche di Naeba e, per colpa del meteo, hanno potuto disputare solamente un gigante che ha segnato una pagina quanto mai importante per la rincorsa alla Sfera di Cristallo. Il Circo Bianco al femminile, invece, era impegnato a Crans Montana con due discese e una combinata. I 300 punti sul piatto hanno rivoluzionato la classifica generale, con Federica Brignone che ora comanda la graduatoria, con Petra Vlhova che, invece, si mangia le mani.  Andiamo, quindi, a vedere promossi e rimandati di questo intenso weekend della Coppa del Mondo di sci alpino.

I PROMOSSI

Federica Brignone: dopo due discese nelle quali ha dato tutto quello che aveva, arriva il gioiello della combinata. Una prova di maturità pazzesca. Vince a Crans Montana per la quarta volta consecutiva piazzando il miglior tempo in entrambe le prove. Nel SuperG è semplicemente perfetta. Sempre in spinta, pennella nelle curve e distanzia tutte. Nello slalom sfrutta il pettorale numero uno e disputa una discesa intelligente, forzando ma non al massimo. La neve è infida e non vuole gettare la grande occasione alle ortiche. Chiude in vetta e vince. 100 punti di platino e ora è prima in classifica generale. Conquista la vittoria numero 15 della sua carriera come Isolde Kostner e si porta a -1 da Deborah Compagnoni. Sta scrivendo la storia e ora il sogno Sfera di Cristallo è davvero concreto.

Loading...
Loading...

Filip Zubcic: che vittoria nel gigante di sabato, la prima in carriera! Rimonta in maniera clamorosa nella seconda manche della gara nipponica, dopo una prima interlocutoria, e sale sul gradino più alto del podio dopo un processo di crescita davvero notevole. Il gigante ha trovato un nuovo protagonista.

Lara Gut-Behrami: non vinceva da un po’ di tempo e sceglie il palcoscenico ideale, Crans Montana, ovvero a casa, per una clamorosa doppietta. Bentornata alla elvetica che si conferma una campionessa assoluta.

Corinne Suter: due volte seconda in discesa, la seconda davvero per un soffio. Si consola con la coppa di discesa ormai in tasca (le manca solo la matematica) ma per lei arriva la conferma ufficiale: la regina delle prove veloci è lei.

Aleksander Aamodt Kilde: ancora una volta splendido nel gigante, una disciplina nella quale in teoria dovrebbe difendersi. Per un solo centesimo finisce alle spalle di Kristoffersen ma riesce ad ogni modo a limitare, eccome, i danni. Ora la classifica generale lo vede al comando con 74 punti di vantaggio, e il termine della stagione si avvicina sempre più…

Laura Pirovano: la giovane classe 1997 lotta con grinta immensa e conclude con uno splendido decimo posto la combinata di Crans Montana. Nello slalom fatica ma non si perde d’animo e ottiene un risultato di prestigio.

I RIMANDATI

Petra Vlhova: dopo due discese di buon livello, nelle quali dava la sensazione di essere pronta per la leadership della Coppa del Mondo, spreca tutto in combinata con un errore di pesantezza incredibile. Ieri la slovacca ha dato un calcio a una chance immensa. Dopo un SuperG splendido, chiuso a soli 58 centesimi da Brignone, sapeva di avere la grandissima opportunità di andare a vincere, sfruttando la sua gara: lo slalom. Dopo una partenza non clamorosa, invece, Vlhova addirittura inforca. Volano via i 100 punti ed i sogni di gloria. Ora la classifica si complica, Brignone scappa e le gare diminuiscono sempre più.

Henrik Kristoffersen: ancora un flop nel gigante di Naeba. Dopo una prima manche dominata, con 67 centesimi su Nestvold-Haugen, il norvegese spreca tutto nella seconda, scendendo al quinto posto e lasciando sulle nevi nipponiche punti pesantissimi. Aveva la grande occasione per mettere 100 punti in cascina, ma lo fallisce miseramente e ora il tempo stringe.

Alexis Pinturault: ennesima occasione sprecata, ma questa volta è la più pesante, sia perchè nella sua specialità, il gigante, sia perchè lo estromette, o quasi, dalla lotta per la Sfera di Cristallo. I punti di distacco da Aamodt Kilde ora sono 124 e la salita si fa sempre più dura. La stagione rischia davvero di essere complicata irrimediabilmente.

Marta Bassino: dopo due discese sufficiente spreca tutto in combinata! Fino a metà percorso era ampiamente in vantaggio sul già ottimo tempo di Federica Brignone, quindi sbaglia completamente una curva e finisce fuori dal tracciato. Un vero peccato, dato che poteva puntare tranquillamente al podio.

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top