Show Player

Sci alpino, Clement Noel profeta in patria nello slalom di Chamonix. 11° Liberatore, fuori Pinturault e Kristoffersen!



Una vera e propria gara ad eliminazione. Clement Noel si aggiudica lo slalom di Chamonix (Francia) valevole per la Coppa del Mondo 2019-2020 di sci alpino nel quale è successo davvero di tutto. Nella prima manche esce di scena con un errore banalissimo il leader della classifica generale, il norvegese Henrik Kristoffersen, quindi nella seconda tocca al suo grande rivale, il padrone di casa Alexis Pinturault, che non approfitta minimamente del gentile omaggio dello scandinavo. Con questo doppio clamoroso “zero”, la classifica per la Sfera di Cristallo rimane immutata, con  Kristoffersen che guida con 877 punti contro gli 822 di Alexis Pinturault ed i 820 di Aleksander Aamodt Kilde che ringrazia gli avversari e rimane saldamente in corsa.

Oltre alla lotta per la Coppa del Mondo generale, anche la gara odierna ha visto uscite di scena a pioggia. Tra queste, pesantissima, anche quella del leader della prima manche (nella quale erano finiti fuori causa anche Alex Vinatzer, Giuliano Razzoli e Simon Maurberger), lo svizzero Daniel Yule. In questo caso festeggia Clement Noel che centra il sesto successo in carriera, questa volta di fronte al proprio pubblico, e si porta a due soli punti da Kristoffersen nella graduatoria di specialità (552 punti contro 550, con Daniel Yule terzo a 495). Il classe 1997 ha disputato due manche solidissime, la prima con il tempo di 48.05, la seconda in 53.42 andando a vincere con il tempo complessivo di 1:41.47. 

Loading...
Loading...

Sulla pista denominata La Verte des Houches assistiamo ad un podio mai visto prima. Secondo, infatti, è il norvegese Timon Haugen. Scattato con il pettorale numero 33, ha saputo risalire ben nove posizioni nella seconda metà di gara, fermandosi a soli 21 centesimi da Noel. Sul gradino più basso, quindi, il sorprendente austriaco Adrian Pertl che chiude terzo a soli 31 centesimi, confermandosi ormai una realtà tra i pali stretti dopo diverse gare nelle quali era costretto a scendere con il numero 70.

Quarta posizione, quindi, per il suo connazionale Michael Matt che, grazie al miglior tempo nella seconda prova, supera ben tredici avversari e chiude a 65 centesimi da Noel. Quinto lo svizzero Ramon Zenhaeusern a 70 centesimi, ma con due manche non certo scintillanti, quindi sesto il russo Alexander Khoroshilov a 75, a pari merito con il norvegese Sebastian Foss-Solevaag. Completano la top ten l’austriaco Marco Schwarz ottavo a 1.02, davanti allo svedese Andre Myhrer nono a 1.13, quindi è decimo il francese Jean-Baptiste Grange a 1.30.

Subito fuori dai primi dieci, undicesimo, il nostro Federico Liberatore. Dopo aver concluso trentesimo nella prima manche, il ventiquattrenne altoatesino è bravo a sfruttare la pista perfetta nella seconda per risalire la bellezza di 19 posizioni, chiudendo a 1.31 da Noel. Si fermano in diciannovesima e ventesima posizione, quindi, Riccardo Tonetti e Tommaso Sala, rispettivamente a 3.36 e 4.58, in una seconda metà di gara che ha visto uscire di scena anche il nostro Stefano Gross, brillante terzo dopo la prima manche. Assieme a lui non giungono al traguardo altri otto protagonisti, tra i quali un deluso Alexis Pinturault, che getta alle ortiche una chance enorme per la lotta per il titolo.

 

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top