MotoGP, Fabio Quartararo si candida sin da subito ad anti-Marquez

Se il buongiorno si vede dal mattino... nel caso di Fabio Quartararo c’è di che ben sperare in questo Mondiale MotoGP 2020. Certo, è assolutamente troppo prematuro fare previsioni o bilanci dopo le prime otto ore di test pre-stagionali di Sepang (Malesia) ma il pilota francese sta continuando ad inanellare risultati, tempi e prestazioni impressionanti e ha esordito nel migliore dei modi anche nel Day-1 di questa sessione. Il portacolori del team Yamaha Petronas è sostanzialmente ripartito da dove aveva lasciato: in vetta.

CLICCA QUI PER LA DIRETTA LIVE DEI TEST MOTOGP SEPANG 2020 (8 FEBBRAIO), SI COMINCIA ALLE 03.00 ITALIANE

Oggi ha chiuso il turno con il miglior tempo (precedendo proprio il compagno di scuderia Franco Morbidelli) sfruttando una moto ancora non impostata completamente con i dettagli del 2020. La bontà del pacchetto della scorsa annata dovrà essere il punto di partenza di questa nuova stagione con la consapevolezza che il talento classe 1999 non potrà che compiere decisi passi in avanti verso l’eccellenza. Nel 2019, per esempio, il nativo di Nizza sapeva essere dominante il sabato nel corso delle qualifiche, salvo poi cedere qualcosa la domenica in gara al cospetto di un Marc Marquez che, invece, sapeva estrarre il massimo da sé e dalla sua Honda.

Quest’anno Fabio Quartararo vuole raggiungere questo livello e centrare risultati importanti. Innanzitutto mettere a segno la prima vittoria in carriera nella classe regina, quindi provare davvero a mettere in dubbio il dominio del Cabroncito a livello di titolo mondiale. Certamente non sarà un obiettivo semplice, e dopotutto in questi anni lo hanno fallito praticamente tutti, ma il ventenne transalpino sembra pronto a stupire. La sua speranza è che la moto lo assecondi come avvenuto nella scorsa annata e quanto visto oggi a Sepang non può che averlo rincuorato. Vedremo nei prossimi due giorni, e nei test qatarioti di Losail, se la M1 si confermerà una moto di alto lignaggio.

“El Diablo” vuole bruciare le tappe ed è pronto a sfidare “Sua Maestà” Marc Marquez in questo Mondiale 2020. La stoffa c’è, il carattere non manca, starà ora alla scuderia di Iwata mettergli nelle mani un mezzo sufficientemente capace di farlo correre al massimo delle proprie possibilità. Il grande sogno, in teoria, sarebbe dovuto partire dal 2021, ovvero con lo sbarco nel team ufficiale, ma il francese vuole provarci sin da subito. E siamo certi che non lascerà nulla di intentato per cullare il suo obiettivo…

 

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pattinaggio artistico, Yuzuru Hanyu domina lo short registrando il nuovo record del mondo ai Four Continents 2020, secondo Jin

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Ho sgrossato la moto. Bene il telaio, bisogna lavorare sulle gomme”