Show Player

LIVE Volta ao Algarve 2020, Quarta tappa DIRETTA: Lopez vince sull’Alto do Malhao, Evenepoel difende la maglia. Nibali a 50″



CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA CRONACA DELLA TAPPA DI OGGI

Loading...
Loading...

18.04 Da parte nostra, per oggi, è tutto. Appuntamento a domani per la cronometro che deciderà la gara.

18.03 Il piazzamento finale di Nibali è 17° a 52″ da Lopez.

18.00 Evenepoel e Daniel Martin ora hanno lo stesso tempo in classifica generale, ma Evenepoel dovrebbe mantenere la maglia in virtù dei migliori piazzamenti.

17.58 La top-5 di tappa:
1) Miguel Angel Lopez
2) Daniel Martin a 2″
3) Remco Evenepoel a 4″
4) Maximilian Schachmann a 4″
5) Rui Costa a 5″

17.57 Nibali arriva a una 50ina di secondi.

17.55 E vince Lopez su Martin ed Evenepoel che difende la maglia.

17.54 Parte Lopez convinto ora!

17.53 Ultimo Km, Nibali staccato.

17.52 Iniziano gli scatti, ma Evenepoel risponde bene.

17.51 Una 15ina di corridori nel gruppo di testa.

17.51 Harold Tejada fa il forcing per Lopez.

17.50 In difficoltà sia Thomas che Kwiatkowski.

17.49 Nibali ancora nelle prime posizioni.

17.48 Fa il forcing la CCC per Van Avermaet.

17.48 Sta per cominciare la salita di Alto do Malhao.

17.46 Arrivano anche Ineos e CCC in testa al gruppo. 2 km alla salita.

17.45 5 km al traguardo.

17.42 Non si vede van der Poel nelle prime posizioni.

17.40 Il gruppo è in discesa e in fila indiana. Sembra molto pimpante anche Greg Van Avermaet.

17.39 10 km al traguardo.

17.37 Evenepoel, tuttavia, sembra davvero brillante ed ha al suo fianco Almeida. Nibali ancora pimpante.

17.35 Ora La Bora di Schachmann prova ad altare il ritmo su uno strappo.

17.33 Molti corridori sono rientrati in gruppo dopo il primo passaggio sul Malhao. Ora il plotone è parecchio numeroso.

17.31 15 al traguardo, gruppo compatto.

17.29 Si rialza Rodrigues che vede il gruppo piombare alle sue spalle.

17.27 18 km al traguardo, Rodrigues ha solo 20″ sul gruppo. Lo riprenderanno a breve.

17.25 Il percorso è tortuoso fino alla salita finale. Tira anche la Deceuninck.

17.24 Ripreso Nibali, tirano i compagni di van der Poel.

17.23 20 km al traguardo, 30″ di vantaggio per Rodrigues sul gruppo.

17.21 Grandissimo lavoro per Rui Costa del tre volte campione del mondo U23 a cronomentro Mikkel Bjerg. In gruppo, inoltre, c’è anche Mathieu van der Poel.

17.20 Nibali pedala bene, passa ora al GPM. Il gruppo, però, è poco dietro.

17.18 Joao Rodrigues scollina per primo in cima al Malhao.

17.17 Grande selezione in gruppo, van der Poel e Schachmann in coda.

17.16 Scende sotto il minuto il vantaggio di Rodrigues. Nibali ha un centinaio di metri sul gruppo.

17.15 Evenepoel pimpante in quinta posizione.

17.14 Nel gruppo tira la UAE. Nibali resta solo.

17.13 Attacca Nibali con Stuyven!

17.12 L’accelerazione del gruppo ha fatto scendere il vantaggio di Rodrigues a 1’30”. Tira la Trek di Nibali.

17.11 Intanto il tentativo di Gilbert è stato rintuzzato, ma il vallone ci riprova. C’è fermento in gruppo. Attivo anche Matteo Trentin. Inizia il primo passaggio sul Malhao.

17.09 Il vantaggio di Rodrigues sta raggiungendo i 2′.

17.07 Intanto in discesa attacca Gilbert che prova a portare via un drappello di cui fa parte anche Stefan Kung.

17.05 In estate si era parlato anche di un interesse della Movistar per Rodrigues, il quale, però, ha preferito restare alla W52. La Movistar ha più volte guardato al mercato lusitano, ma le squadre portoghesi riescono a formulare offerte economiche ai loro corridori che il sodalizio spagnolo non vuole pareggiare. Ricordiamo, ad esempio, quando provarono a prendere Raul Alarcon, vincitore delle Volte del 2017 e del 2018. La Movistar gli offrì 35000 euro l’anno, ma Alarcon rinnovò con la W52-Porto per una somma attorno ai 70000 euro l’anno.

17.03 Il vantaggio di Joao Rodrigues è salito a 1’30”. 32 km alla fine. Attenzione che Rodrigues è anche un grande cronoman, infatti la Volta a Portugal la vinse strappando la maglia di leader a Joni Brandao proprio nella prova contro il tempo finale.

17.00 I corridori stanno andando verso il primo passaggio sul Malhao. Ricordiamo che Joao Rodrigues non è riuscito a competere coi migliori sull’Alto da Foia poiché forò poco prima della salita finale.

16.58 36 km al traguardo per Joao Rodrigues, 1’10” per lui sul plotone.

16.56 Ora situazione abbastanza strana. La W52 ha Rodrigues davanti, ma tira dietro per Antunes. Intanto iniziano a staccarsi i velocisti. Finita la salita davanti.

16.55 Anche la Deceuninck in testa al gruppo, mentre attorno alla decima posizione c’è anche van der Poel.

16.52 La Bora fa il passo in salita, mentre davanti Joao Rodrigues, il vincitore dell’ultima Volta a Portugal, fa immediatamente il vuoto.

16.50 Ricordiamo i nomi dei 9 fuggitivi: Dries de Bondt (Alpecin-Fenix), David González (Caja Rural), Tom Devriendt (Circus-Wanty Gobert), Daniel Hoelgaard (Uno-X), Luís Mendonça e Tiago Antunes (Efapel), Rafael Lourenço (Kelly-InOutBuild-UDO), Daniel Freitas (Miranda-Mortágua) e João Rodrigues (W52-FC Porto). Mancano 45 km al traguardo e il loro vantaggio sul plotone è di 1’35”.

16.47 Remco Evenepoel non ha lo spunto veloce di altri corridori, ma sicuramente, dato il suo talento, potrebbe anche inventarsi un altro numero.

16.42 Il favorito assoluto, però, dovrebbe essere il campione di Germania Schachmann. Oggi la salita è più breve dell’Alto da Foia e, dunque, ancora più adatta a lui.

16.39 Molto pericoloso oggi anche Greg Van Avermaet, il quale, sull’Alto da Foia, è arrivato poco lontano dai migliori.

16.36 Grande curiosità per vedere se Mathieu van der Poel riesce a essere competitivo su un arrivo duro, ma abbastanza breve. L’anno scorso qua vinse un altro grande del ciclocross. Zdenek Stybar.

16.33 Il gruppo ha appena superato il secondo dei cinque GPM in programma, vale a dire il Barranco do Velho. Ora mancano l’Alte e i due passaggi sul Malhao.

16.30 Superati i 100 km di gara, 2’10” di vantaggio sul plotone per i nove al comando.

16.27 Intanto un po’ di notizie dalle altre corse. Haig ha vinto in volata su Fuglsang e Landa alla Vuelta a Andalucia. Quintana ha conquistato la seconda tappa del Tour du Var staccando tutti e rifilando 40″ a un gruppetto di 20 atleti. Zoidl ha trionfato nella tappa regina del Tour of Antalya. Quarto l’azzurro classe 2000 Alessandro Fancellu, giunto al traguardo 2″ dopo l’austriaco. Nel ciclocross Toon Aerts ha ottenuto il successo nel GP Leuven riservato agli uomini, mentre Denise Betsema ha dominato tra le donne.

16.23 Il loro vantaggio si aggira sui 2’20”.

16.20 Ricordiamo i nomi dei 9 fuggitivi: Dries de Bondt (Alpecin-Fenix), David González (Caja Rural), Tom Devriendt (Circus-Wanty Gobert), Daniel Hoelgaard (Uno-X), Luís Mendonça e Tiago Antunes (Efapel), Rafael Lourenço (Kelly-InOutBuild-UDO), Daniel Freitas (Miranda-Mortágua) e João Rodrigues (W52-FC Porto).

16.15 Lo Sporting è stato anche l’unica squadra portoghese a prendere parte al Tour de France, nel 1984, appena un paio di mesi dopo la morte di Agostinho proprio alla Volta ao Algarve. Il portoghese aveva 41 anni ai tempi della sua tragica scomparsa. Nel palmares un 2° posto alla Vuelta del ’74 e due terzi ai Tour del 1978 e 1979. In carriera, inoltre, vinse cinque tappe al Tour de France. Il suo successo più importante avvenne nel 1979, quando conquistò l’Alpe d’Huez.

16.10 Il più grande corridore portoghese di tutti i tempi, Joaquim Agostinho, ha iniziato la sua carriera tra le file dello Sporting. Rui Costa, invece, Campione del Mondo nel 2013, è un prodotto del Benfica.

16.07 Il ciclismo portoghese è un ecosistema a sé. Diverse squadre, infatti, fanno parte di polisportive meglio note per la loro controparte calcistica. Oltre al Porto, presente anche lo Sporting tramite la Taviria, squadra di Frederico Figuiredo che è stato settimo, due giorni fa, all’Alto da Foia, e il Boavista. In passato ha avuto diverse squadre anche il Benfica.

16.02 Tra i battistrada è presente anche il vincitore dell’ultima Volta a Portugal Joao Rodrigues. In patria è un vero e proprio idolo, a festeggiare il suo successo nella gara a tappe nazionale, all’Estadio do Dragao, storica casa del Porto (che è una polisportiva che comprende anche la squadra ciclistica di Rodrigues, la W52-Porto), c’erano migliaia di persone.

15.58 Questi i nomi dei fuggitivi: Dries de Bondt (Alpecin-Fenix), David González (Caja Rural), Tom Devriendt (Circus-Wanty Gobert), Daniel Hoelgaard (Uno-X), Luís Mendonça e Tiago Antunes (Efapel), Rafael Lourenço (Kelly-InOutBuild-UDO), Daniel Freitas (Miranda-Mortágua) e João Rodrigues (W52-FC Porto).

15:54 Ricordiamo che la corazzata belga è il team del leader della classifica generale e grande favorito per la tappa di oggi: il giovanissimo classe 2000 Remco Evenepoel.

15:51 Deceuninck Quick-Step che ora ha leggermente aumentato il passo nel plotone che insegue. Vantaggio sceso a 2’10”.

15:47 Corridori che hanno ora raggiunto la zona adibita ai rifornimenti. Distacco sempre stabile sui 2’30”.

15:43 Riepiloghiamo la situazione a metà tappa: il gruppo con tutti i favoriti si trova a 2’20” di distacco da un drappello di nove fuggitivi scattati al chilometro 14. Solo uno dei 5 GPM di giornata è stato percorso.

15:40 Ricordiamo che il dislivello in programma era di circa 2800 m complessivi, di cui circa 1100 sono già stati affrontati.

15:37 Terza ora di gara appena terminata, velocità media che fino a qui è stata di 42.232 km/h

15:33 Altri 10 secondi guadagnati dal gruppo in testa. 2’30” il distacco in questo momento ad 80 km dalla fine.

15.30 Corridori che si stanno avvicinando al secondo GPM in programma a Barranco de Velho (terza categoria).

15:26 Arriva a 73 il conteggio dei chilometri percorsi con il gruppo di testa che è tornato a guadagnare sul plotone e ora si trova a 2’20” di distacco.

15:23 Il primo a scollinare precedentemente nel GPM di Picota è stato il ventitreenne portoghese Tiago Antunes.

15:20 Nel tratto di discesa percorso il vantaggio del drappello è tornato a salire ed ora si assesta sui 2’10”.

15:16 Gruppetto davanti che ha scollinato l’Alto de Picota. 100 km al traguardo.

15:13 Tappa di oggi che si potrebbe prestare anche ad eventuali attacchi da lontano. Ricordiamo che lo scorso anno a trionfare fu proprio il ceco Zdenek Stybar con un’azione di questo tipo.

15:10 Ad un chilometro dal GPM di Picota lo svantaggio del gruppo è per la prima volta sceso sotto i due minuti.

15:07 60 km percorsi. Sempre un manipolo di nove uomini in testa con il plotone che controlla a due minuti di distacco.

15:03 Ricordiamo che nella frazione odierna i GPM in programma saranno ben cinque, con da considerare anche il doppio passaggio finale sull’Alto de Malhao.

15:00 Distacco che continua ad oscillare intorno ai due minuti. A breve si giungerà sul primo GPM di giornata di Picota.

14:57 Gli uomini in fuga intanto sono appena transitati al secondo sprint intermedio di giornata. Il portoghese Joao Rodriguez (W52) se lo è aggiudicato facilmente.

14:54 Gruppo che in questo momento sta recuperando sui fuggitivi. Il distacco, al chilometro 50, si assesta sui due minuti.

14:52 Il favorito della tappa di oggi, dopo la clamorosa azione di due giorni fa, sembra essere il leader della classifica generale belga Remco Evenepoel. Per l’Italia occhi puntati invece su Vincenzo Nibali.

14:50 Tra gli uomini al comando il più pericoloso sembra essere il norvegese Daniel Hoelgard (Uno-X-Norvegian Developement Team)

14:46 Dopo 43 km, al momento, un gruppo di nove corridori ha un vantaggio di 2’30” sul plotone. La fuga è partita al chilometro 14.

14:44 Saranno 169 i chilometri previsti per la tappa di oggi che si concluderà sull’Alto do Malhao.

14:42 Buongiorno a tutti e benvenuti alla DIRETTA LIVE della quarta tappa della Volta ao Algarve 2020.

Il programma della frazione odiernaLa cronaca della terza tappa

Secondo arrivo in salita in programma nella quarta e penultima tappa della Volta ao Algarve.
Si arriva sull’Alto do Malhão, salita di circa 3 km con pendenze attorno al 10%. Sarà, probabilmente, ancora Remco Evenepoel contro Maximilian Schachmann, anche se la gara potrebbe infiammarsi già sulle salite precedenti, come successe l’anno scorso. Il tracciato della frazione, infatti, è decisamente mosso e presenta ben cinque GPM. I passaggi sul Malhão, oltretutto, saranno ben due.

La carta migliore in casa Italia sembra, chiaramente, lo Squalo dello Stretto Vincenzo Nibali.
Il messinese è andato molto forte sull’Alto da Foia, ove ha concluso all’ottavo posto a una manciata di secondi da Evenepoel. Potrebbe inventarsi qualcosa da lontano, invece, Matteo Trentin. D’altronde qua, l’anno scorso, vinse un corridore non troppo diverso dall’azzurro, ovvero Zdenek Stybar. Su una salita così breve, oltretutto, va tenuto in considerazione anche Mathieu van der Poel, che due giorni fa ha dimostrato un ottima tenuta in una tappa ricca di erte.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Trek

Loading...

Lascia un commento

scroll to top