Ginnastica artistica, l’Italia e i nomi nuovi della classe 2006: il futuro azzurro, da Angela Andreoli a Giorgia Leone

La FIG ha aggiornato il database in cui sono inseriti i nomi delle ginnaste che sono in possesso del tesserino internazionale per praticare artistica. L’Italia è presente con 29 atlete, sono presenti naturalmente tutte le Fate, Vanessa Ferrari, Lara Mori e le altre atlete di punta del nostro movimento ma oggi ci soffermiamo sulle azzurre più giovani presenti nel listone della Federazione Internazionale ovvero quelle della classe 2006 che possono competere nella categoria juniores. Queste ragazze di 13-14 anni sono molto interessanti e in questa stagione avranno l’occasione di mettersi in mostra agli Europei di categoria che andranno in scena a Parigi tra fine aprile e inizio maggio in contemporanea con la rassegna continentale seniores. L’Italia può contare su delle under 14 dal grande talento e che stanno già lavorando per le Olimpiadi di Parigi 2024 (non sono selezionabili per Tokyo 2020 visto il limite d’età imposto dal regolamento).

Angela Andreoli e Giorgia Leone sono le ragazze più interessanti, entrambe tesserate per la Brixia Brescia e già in auge negli ultimi anni durante i quali hanno offerto degli esercizi di qualità e hanno dimostrato di avere degli ampi margini di miglioramento. Non hanno gareggiato nella prima tappa di Serie A andata in scena un paio di settimane fa ma sicuramente saranno protagoniste nei prossimi eventi. Manila Esposito ha dimostrato di avere dei buoni mezzi col body di Civitavecchia, a Firenze aveva avuto modo di esprimersi tra parallele e trave, attrezzi su cui può offrire delle prove di sostanza se dovesse riuscire a evitare delle sbavature. L’altra 2006 inserita nel database della FIG è Diana Barbanotti, un nome ancora poco conosciuto al grande pubblico e che si sta distinguendo con i colori della Juventus Nova Melzo.

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI GINNASTICA ARTISTICA

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Angela Andreoli Diana Barbanotti Giorgia Leone Manila Esposito

ultimo aggiornamento: 13-02-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Lotta: Aurora Campagna sconfitta agli ottavi di finale nei -62 kg agli Europei di Roma 2020

F1, Ross Brawn: “Il GP del Vietnam si dovrebbe tenere regolarmente”