Show Player

Eurolega 2019-2020: l’Efes vince anche a Mosca, il Real soffre, ma batte il Baskonia



Quattro, oltre al match dell’Olimpia Milano contro l’Alba Berlino, le partite che si sono svolte nella serata di Eurolega. Di seguito andiamo a vedere come sono andate.

CSKA MOSCA – ANADOLU EFES ISTANBUL 80-82
(16-25, 21-16, 20-17, 23-24)
l’Efes vince l’ennesimo big match, stavolta in trasferta sul difficilissimo campo del CSKA Mosca, e si conferma squadra da battere di quest’edizione della massima competizione continentale. I turchi partono meglio e con 11 punti nel primo quarto di Larkin chiudono abbondantemente avanti dopo 10 minuti. Nel secondo periodo arriva anche il +11 per gli ospiti, ma uno scatenato Mike James riporta a contatto i moscoviti. Nella ripresa il CSKA tocca finalmente la parità sul 57-57 e va all’ultimo riposo sotto di un punto. Nell’ultima frazione di gioco arriva anche il sorpasso sul 74-72, ma poi Micic e Beaubois piazzano il parziale decisivo e a 41 secondi dalla fine Larkin segna il canestro che mette la parola fine sull’incontro.
TOP SCORER
CSKA: James 20, Voigtmann 15, Hackett 11
EFES: Larkin 23, Micic 19, Beaubois 13

ZALGIRIS KAUNAS – OLYMPIACOS PIREO 94-69 (22-17, 24-20, 23-11, 25-21)
Lo Zalgiris Kaunas travolge un Olympiacos sempre più lontano dalla zona playoffs. I lituani danno il là alla loro fuga già nel secondo periodo, quando toccano la doppia cifra di vantaggio e i greci non riescono mai realmente ad accorciare. Nel terzo quarto Walkup e Milaknis premono ulteriormente il piede sull’acceleratore e mandano i titoli di coda con 10 minuti di anticipo.
TOP SCORER
KAUNAS: Milkanis 19, Walkup 12, Rivers 12
OLYMPIACOS: Vezenkov 15, Rubit 10, Baldwin IV 9

Loading...
Loading...

ASVEL – BAYERN MONACO 75-65 (16-18, 18-17, 20-16, 21-14)
Il Bayern Monaco cade ancora, stavolta sul campo dei francesi dell’Asvel, e resta all’ultimo posto della classifica di Eurolega. I bavaresi, per colpa anche di un Greg Monroe con problemi di falli, cedono il passo ai francesi nell’ultimo periodo dopo essere rimasti a contatto per i primi trenta minuti. I transalpini piazzano un parziale di 12-2 in apertura di quarto quarto, spinti da un ispirato Jordan Taylor, e il Bayern non riesce più a tornare a riacciuffarli, con il solo Lessort che non si arrende appena le cose iniziano ad andare male.
TOP SCORER
ASVEL: Taylor 15, Payne 15, Jekiri 12
BAYERN: Lessort 14, Lulic 14, Zipser 7

REAL MADRID-BASKONIA VITORIA 70-69 (14-19, 23-16, 16-11, 17-20)
Solo un libero a segno di Facundo Campazzo permette al Real di vincere il derby casalingo contro il Baskonia. I Blancos si fanno sorprendere sul finire del quarto inaugurale, quando Shengelia e Zoran Dragic regalano agli ospiti il +5 con cui si va al primo riposo. Successivamente, però, tra la fine del secondo periodo e l’inizio del terzo, i padroni di casa sembrano rimetterla sui binari giusti, spinti da Deck, e toccano a loro volta il +5 sul 49-44. I baschi, tuttavia, non mollano e rispondono al Real. A metà quarto quarto il Vitoria è sopra di 3, sul 57-60. Ci pensano però Campazzo e Thompkins a levare le castagne dal fuoco al sodalizio della capitale spagnola.
TOP SCORER
REAL MADRID: Thompkins 20, Campazzo 10, Deck 10
BASKONIA: Shields 14, Shengelia 12, Janning 11

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI BASKET

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top