Show Player

Ciclismo, Tour de la Provence 2020: tornado Quintana! Il colombiano stacca tutti e domina sul Mont Ventoux



Torna a splendere la stella di Nairo Quintana (Arkea-Samsic) e se il buongiorno si vede dal mattino, sembrerebbe che il cambio di casacca abbia fatto decisamente bene allo scalatore colombiano. Nella tappa regina del Tour de la Provence 2020, con arrivo a Chalet Reynard, sul Mont Ventoux, il vincitore del Giro d’Italia 2014 ha fatto il vuoto in salita e ha trionfato con 1’27” di vantaggio su Alexey Lutsenko (Astana), 1’28” su Hugh Carthy (EF Education First) e 1’30” sull’ex leader Aleksander Vlasov (Astana). Quintana, ovviamente, conquista anche la testa della classifica generale grazie al numero odierno.

Quintana ha portato il suo attacco a poco più di 7 km dal traguardo. Uno scatto di rara violenza, come quelli che faceva ai tempi in cui era il grimpeur più temuto del gruppo. Alle sue spalle si è formato un terzetto composto da Carthy, Lutsenko e il leader Vlasov, mentre Thibaut Pinot (Groupama-FDJ), alla prima gara dal ritiro al Tour de France 2019, è rimasto dietro insieme al compagno David Gaudu ed è giunto al traguardo in nona posizione a 2’12” da Quintana.

Loading...
Loading...

In classifica generale Quintana ha ora 1’04” di vantaggio su Vlasov, 1’28” su Lutsenko, 1’38” su Carthy e oltre due minuti su tutti gli altri. Con una sola tappa in programma, dal tracciato mosso, ma non particolarmente duro, la quale arriva a Aix-En-Provence, l’unico pericolo per il colombiano sembra un eventuale gioco di squadra degli Astana, ma l’Arkea oggi si è dimostrata forte abbastanza da poter difendere il suo leader nel caso Lutsenko e Vlasov provassero a metterlo in mezzo.

CLICCA QUI PER IL VIDEO DELLA VITTORIA DI NAIRO QUINTANA SUL MONT VENTOUX

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top