Ciclismo, Nibali esalta Evenepoel: “E’ un talento straordinario, al Giro potrà essere un rivale temibile”

Il talento straordinario di Remco Evenepoel, ieri vincitore nell’arrivo in salita dell’Alto da Foia, alla Volta ao Algarve, non lascia indifferente nemmeno un campione del calibro di Vincenzo Nibali. Lo Squalo, anch’egli presente alla gara lusitana, come riporta il sito neerlandese Wielerflits.NL, ha avuto parole al miele ieri, dopo il traguardo, per il suo giovane rivale: “Ho incontrato Evenepoel, per la prima volta, allo scorso Giro di Germania. In una tappa ha attaccato in solitaria a 100 km dal traguardo e lo abbiamo ripreso con molta difficoltà solo nel finale. Quell’azione mi ha colpito davvero tanto, è veramente un ragazzo straordinario“.

Evenepoel, che ieri ha trionfato con un portentoso scatto a 500 metri dal traguardo, di fatto lanciando una volata lunghissima a cui nessuno è riuscito a opporre resistenza, sarà anche al via del prossimo Giro d’Italia. Nibali, dall’alto della sua esperienza, lo reputa già un rivale molto pericoloso: “Di solito i corridori così giovani hanno bisogno di un po’ di tempo per essere competitivi sulle tre settimane, ma temo che questo assunto per lui non valga. Non mi sorprenderei se alla Corsa Rosa Remco si rivelasse un rivale temibile per il successo finale“.

Con il successo di ieri, inoltre, il giovanissimo belga è già giunto a quota tre vittorie stagionali. Lui e Nibali, oltretutto, rischiano di incontrarsi spesso in questo 2020, poiché, oltre al Giro, nel mirino di entrambi ci sono la Liegi-Bastogne-Liegi, i Giochi Olimpici di Tokyo (ambedue puntano alla prova in linea ed Evenepoel anche a quella a cronometro) e i Mondiali Svizzeri che si prospettano, come rivelò il CT Davide Cassani a OA Sport, i più duri dai tempi di Duitama 1995.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Trek

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Beach volley. Doppio colpo azzurro a Phnom Penh: Abbiati/Andreatta e Ingrosso/Ranghieri alla seconda fase

Boxe, chi è Tyson Fury: età, carriera, record, vita privata. Gipsy King sfida Deontay Wilder per il Mondiale dei pesi massimi