Show Player

Biathlon, Emilien Jacquelin si prende l’oro nell’inseguimento dei Mondiali 2020. Johannes Boe beffato in volata, Fourcade fuori dal podio



I Mondiali di biathlon ad Anterselva 2020 continuano a regalare spettacolo incredibile e sorprese a ripetizione. Dopo il trionfo del russo Alexander Loginov nella sprint di ieri, l’inseguimento della vita di Emilien Jacquelin riporta sul tetto del mondo la Francia, restituendo ai transalpini quella gioia che si era strozzata in gola 24 ore fa. Con il 20 su 20 al poligono il ventiquattrenne nativo di Grenoble ha saputo avere la meglio di un Johannes Bø dal cuore immenso in volata, conquistando il primo successo della carriera nel giorno più importante di tutti. Il norvegese può certamente recriminare a sé stesso la gestione degli ultimi metri. La medaglia di bronzo finisce al collo del vincitore di ieri che ha saputo confermare la grandissima condizione mostrata nella sprint con un inseguimento di assoluto spessore sporcato solamente da un errore sul terzo bersaglio della sua ultima serie.

Un Martin Fourcade stranamente pasticcione in piedi (0+0+1+1) è costretto ad accontentarsi del legno dopo aver avuto la chance di vincere nella quarta serie, e chiude 46″ davanti al solido tedesco Arnd Peiffer (54″), autore di un ottimo 19/20 al tiro. Tarjei Bø chiude sesto a 1’12” con due errori davanti al grande deluso di giornata, l’altro francese Quentin Fillon Maillet che si è chiamato immediatamente fuori dalla lotta di vertice con un clamoroso 1/5 nel primo poligono dove ha commesso quattro dei sei errori totali. Simon Desthieux, quarto francese e ottavo all’arrivo a 1’27” con un solo errore, conferma lo strapotere attuale della Francia che sabato prossimo partirà da naturale favorita nella staffetta.

Loading...
Loading...

Per Lukas Hofer purtroppo è stata invece deleteria l’ultima serie. Entrato in decima posizione con un solo bersaglio mancato sulle spalle, il carabiniere altoatesino ha pasticciato commettendone altri tre e pregiudicando completamente il proprio risultato, terminando 20esimo a 2’34”. Poco da dire invece sulla giornata di Thomas Bormolini e Dominik Windisch, entrambi partiti con l’unico scopo di fare qualche punto e fallendo nel proprio obiettivo. Il livignasco ha terminato 45esimo con 4 errori a 4’06” dalla vetta mentre il campione del mondo in carica della mass start ha mancato addirittura sette bersagli, terminando 51°.

Emilien Jacquelin non aveva mai conquistato una medaglia iridata prima di oggi ma in stagione era già stato in grado di dimostrare di essere al livello dei primissimi nella giornata giusta. E oggi quella giornata è arrivata proprio sul più bello. Si tratta della diciottesima vittoria iridata individuale della Francia e per almeno altri tre giorni l’equilibrio tra Norvegia e Germania in testa a questa classifica (28 a testa al momento) viene dunque conservato.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE SUL BIATHLON

michele.brugnara@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: F.Angiolini

Loading...

Lascia un commento

scroll to top