Speed skating, Ireen Wüst e Thomas Krol vincono i 1500 agli Europei 2020. Decima Francesca Lollobrigida

Si è appena conclusa la prima giornata degli Europei di speed skating 2020: ad Heerenveen, nei Paesi Bassi, sono stati assegnati i primi quattro titoli della rassegna. Sui 1500 metri doppietta olandese con le vittorie di Ireen Wüst e Thomas Krol, mentre nelle team sprint la Russia domina sia tra gli uomini che tra le donne.

Oltre al sesto posto della team sprint maschile, in realtà ultima classificata, l’Italia chiude la prima giornata con il decimo posto di Francesca Lollobrigida e l’undicesimo di Noemi Bonazza, mentre tra gli uomini Andrea Giovannini è tredicesimo, Francesco Betti si classifica quindicesimo, infine chiude sedicesimo Alessio Trentini.

La team sprint maschile è della Russia che si impone in 1’18″92, mentre l’argento va alla Norvegia in 1’20″18. Per il bronzo la Svizzera beffa per 0″03 la Bielorussia ed in 1’21″44 sale sul podio. Sesta ed ultima l’Italia di Mirko Giacomo Nenzi, Francesco Betti ed Alessio Trentini in 1’22″60.

Nei 1500 metri femminili vince la favoritissima olandese Ireen Wüst in 1:54.88, la quale precede due russe: seconda è Evgeniia Lalenkova in 1:55.22, terza si classifica Yekaterina Shikhova in 1:55.31. Per l’Italia è decima Francesca Lollobrigida in 1:57.15, proprio davanti a Noemi Bonazza, undicesima in 1:57.52.

Nei 1500 metri maschili si impone l’olandese Thomas Krol in 1:43.67, mentre l’argento va al russo Denis Yuskov in 1:44.80, il bronzo invece è dell’altro olandese Patrick Roest in 1:44.82. Tredicesimo Andrea Giovannini in 1:47.65, quindicesimo Francesco Betti in 1:48.28, sedicesimo Alessio Trentini in 1:48.47.

La team sprint femminile va alla Russia in 1’26″17, seconda è l’Olanda in 1’26″62, terza si classifica la Polonia in 1’28″25. Resta giù dal podio la Bielorussia, quarta ed ultima tra le partecipanti, in 1’30″68.

roberto.santangelo@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pallamano, Europei 2020: la Francia cade contro il Portogallo, Norvegia e Svezia a valanga

Hockey ghiaccio, EBEL 2020: Bolzano perde una sfida pesante in casa contro il Graz