Skeleton, Coppa del Mondo Igls 2020: Martins Dukurs domina e vola in classifica generale, 11° Amedeo Bagnis

Martins Dukurs si aggiudica la tappa di Igls – Innsbruck (Austria) valevole per la Coppa del Mondo di skeleton 2019-2020 e mette a segno un importante colpo alla classifica generale, dato che guadagna punti pesanti sia su Alexander Tretiakov, oggi terzo e, soprattutto, su Axel Jungk, appena quattordicesimo.

Sul budello austriaco il lettone classe 1984 ha messo in scena due manche capolavoro, la prima conclusa in 52.34, la seconda addirittura in 52.16 per un crono complessivo di 1:44.50. Martins Dukurs ha quindi distanziato di 42 centesimi il sud-coreano Yun Sungbin e di 44 il russo Alexander Tretiakov che gli fanno compagnia sul podio.

Quarta posizione a 72 per il britannico Marcus Wyatt, quinta per il sud-coreano Jisoo Kim a 90 e sesta per il britannico Craig Thompson a 95. Completano la top ten il tedesco Felix Keisinger con un distacco di 99 centesimi, a pari merito con il cinese Wenqiang Geng, quindi nono il sud-coreano Seunggi Jung a 1.03 e decimo il tedesco Alexander Gassner a 1.06.

Conclude undicesimo a 1.11 il nostro Amedeo Bagnis. Dopo una prima discesa conclusa in una strepitosa sesta posizione nella quale ha messo in mostra la sua potenza e le sue qualità, il classe 1999 non ha saputo ripetersi nella seconda, cedendo qualche centesimo di troppo nella fase di spinta, ma chiudendo comunque in una positiva undicesima posizione. Non va oltre la il quattordicesimo posto a 1.47, come detto, il tedesco Axel Jungk, alle spalle del russo Nikita Tregubov a 1.43. Eliminato già nella prima manche invece Manuel Schwaerzer, ventisettesimo e terzultimo a 1.36 dalla vetta e a 40 centesimi dalla qualificazione.

In classifica generale Martins Dukurs vola via con 1047 punti contro i 1018 di Alexander Tretiakov, i 979 di Yun Sungbin ed i 913 di Axel Jungk che, quindi, scivola anche di un gradino nella graduatoria.

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Martins Dukurs Skeleton credit IBSF/Viesturs Lacis

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Coppa del Mondo ciclocross 2020: van der Poel assente a Nommay, Iserbyt e Aerts favoriti

Sci alpino, Combinata Wengen 2020: risultato e classifica discesa. 4° Dominik Paris, Riccardo Tonetti da sogno