Show Player

Italian Sportrait Awards 2020. Categoria rivelazione uomini: Berrettini, Crippa, Marsaglia, Scardina e Zaniolo in corsa per la vittoria



Il 2019 è stato un anno molto positivo per lo sport italiano, che ha visto l’esplosione improvvisa e inattesa di diversi atleti pronti a recitare un ruolo da protagonisti nelle rispettive discipline anche nell’avvenire. La giuria specialista degli Italian Sportrait Awards 2020 ha scelto cinque finalisti per la categoria rivelazione uomini, ma sarete voi ad incoronare il vincitore votando il vostro preferito sul sito www.italiansportraitawards.it fino al 16 febbraio.

Una delle indiscutibili rivelazioni più sorprendenti dell’anno è Matteo Berrettini, il quale vanta ben tre nomination in quest’ottava edizione degli ISA (le altre due sono per “Il Campione dei Ragazzi” e top uomini). Il tennista romano classe 1996, dopo aver cominciato la scorsa stagione al 54° posto nella graduatoria mondiale, è stato in grado di scalare progressivamente una posizione dopo l’altra fino a raggiungere una pazzesca ottava piazza nel ranking ATP grazie a diversi risultati di altissimo profilo come la semifinale agli Us Open, gli ottavi a Wimbledon ed i titoli a Budapest e Stoccarda. A fine anno è stato votato dai colleghi dell’ATP come giocatore più migliorato rispetto alla stagione precedente.

Loading...
Loading...

Il 2019 ha rappresentato un grande trampolino di lancio anche per Nicolò Zaniolo, astro nascente del calcio italiano appena infortunatosi gravemente al ginocchio. Classe 1999, ha mostrato tutto il suo talento nel corso dell’ultima annata con la maglia della Roma e con quella della Nazionale, affermandosi tra i giovani prospetti più interessanti dell’intero panorama europeo e risultando già decisivo in partite importanti come l’incontro d’andata degli ottavi di Champions League contro il Porto (doppietta nel 2-1 dei giallorossi).

C’è spazio in questa categoria anche per un nuovo protagonista dell’atletica leggera azzurra: Yeman Crippa. Il 23enne nato in Etiopia e cresciuto in Trentino è uno specialista del mezzofondo ed in occasione dell’ultima rassegna iridata è stato in grado di battere dopo 30 anni il record italiano di Salvatore Antibo nei 10.000 metri con un fantastico 27’10″76 che gli è valso l’ottavo posto nella finale mondiale.

Tra i grandi exploit della passata stagione figura indubbiamente la fantastica prestazione di Lorenzo Marsaglia ai Campionati Europei di tuffi a Kiev. Il romano classe 1996 si è infatti tolto l’immensa soddisfazione di conquistare la prima medaglia individuale di peso in carriera in un evento di primo livello salendo sul terzo gradino del podio nel trampolino 1 metro appena alle spalle di due fenomeni come il tedesco Hausding e l’ucraino Kolodij, mentre nella finale dai 3 metri ha raccolto un apprezzabile ottavo posto in ottica qualificazione olimpica.

2019 molto positivo nella boxe professionistica anche per Daniele Scardina, capace di conquistare il titolo internazionale IBF dei supermedi a marzo sconfiggendo il finlandese Henri Kekalainen. “King Toretto” è poi riuscito a difendere il titolo battendo prima il connazionale Alessandro Goddi e poi, lo scorso 26 ottobre, il belga Ilias Achergui al PalaLido di Milano, guadagnandosi un posto tra i cinque finalisti degli Italian Sportrait Awards 2020 nella categoria rivelazione uomini.

erik.nicolaysen@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Loading...

Lascia un commento

scroll to top