Show Player

Australian Open 2020, Roger Federer infinito! Annulla 7 match-point a Sandgren, recupera e approda in semifinale!



Roger Federer più forte dell’americano Tennys Sandgren e di un problema all’inguine. Il campione svizzero (n.3 del mondo) vince in rimonta il match valido per i quarti di finale contro lo statunitense (n.100 ATP), che lungamente ha accarezzato il sogno di continuare la propria avventura a Melbourne. 6-3 2-6 2-6 7-6 (8) 6-3 lo score in favore dell’elvetico, capace di annullare ben 7 match-point nel quarto parziale e di conquistare per la quindicesima volta il penultimo atto in questo Slam, il n.46 in carriera se si tiene conto di tutti i Major. Ora Roger attende il vincente della sfida tra il campione in carica Novak Djokovic e il canadese Milos Raonic, ben sapendo che chiunque sarà il proprio avversario sarà difficile recuperare al 100% dal punto di vista fisico.

Federer deve difendere subito una palla break in apertura di match, poi è Sandgren a concederne addirittura cinque nei successivi suoi due turni di battuta. L’americano si salva, ma il break è ormai nell’aria. Nel sesto game lo statunitense commette doppio fallo e poi va fuori giri con il rovescio. Arriva il break per Federer, che sale sul 4-2 e poi chiude il primo set in suo favore per 6-3.

Loading...
Loading...

Sembra essere il viatico per un comodo successo dello svizzero ed invece si ribalta tutto. Il rossocrociato gioca un pessimo secondo game e praticamente regala il break all’avversario. Sandgren ringrazia e scappa sul 3-0. Lo statunitense è perfetto al servizio e non concede veramente nulla al nativo di Basilea, che, invece, continua a sbagliare moltissimo e perde nuovamente la battuta nell’ottavo gioco e di conseguenza il set per 6-2.

Inizio di terzo set da incubo per Roger. Lo svizzero concede immediatamente il break, ma ha poi tre palle per il controbreak nel game successivo. Sandgren annulla tutto, complice anche un meraviglioso rovescio sul 30-40. Sotto per 3-0, Federer chiede un medical timeout e va negli spogliatoi per subire un trattamento. Problema all’inguine per lo svizzero, che rientra in campo, ma fatica terribilmente negli spostamenti laterali. Il risultato è un comodo 6-2 per il tennista degli States.

Nel quarto set i movimenti dello svizzero non sono dei migliori e specie nel gioco difensivo fa fatica ad arginare le iniziative dell’avversario. Sandgren, però, non affonda il colpo e trova una strenua resistenza da parte di chi non ha proprio voglia di lasciar perdere. Sono infatti tre i match-point annullati da Roger nel decimo game, prima di giocarsi il tutto per tutto nel tie-break. Il fuoriclasse nativo di Basilea è un passo dal baratro in più di una circostanza, ma tiene duro. Altre quattro palle match vengono annullate con classe e un pizzico di fortuna e così sul punteggio di 10-8 si va avanti.

Nell’ultimo set l’americano subisce il contraccolpo psicologico e, dopo aver salvato due palle break nel secondo game, subisce il break decisivo nel sesto. Federer soffre un po’ meno e indubbiamente la situazione di punteggio è la medicina migliore. Il 6-3 pone fine alla contesa e conquista il penultimo atto, con 44 vincenti all’attivo e il 71% di quindici vinti con la prima di servizio.

VIDEO FEDERER-SANDGREN: GLI HIGHLIGHTS DELLA PARTITA

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DEL TENNIS

andrea.ziglio@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top