Show Player

Australian Open 2020: pagelle 21 gennaio. Il gran cuore di Fognini, Seppi da antologia. Bentornata Camila



Va in archivio la seconda giornata degli Australian Open di tennis, che ha visto disputarsi ben 96 incontri del primo turno, con il programma compresso a causa della pioggia di ieri. Oggi sono stati protagonisti ben dieci azzurri, con quattro di loro che avanzano al secondo turno, dove era già approdato ieri Matteo Berrettini. Andiamo a scoprire le pagelle odierne.

PAGELLE AUSTRALIAN OPEN 2020 DEL 21 GENNAIO

Jannik Sinner, 8: veni, vidi, vici. La pioggia lo aveva fermato a sei punti dalla vittoria, oggi in cinque minuti sbriga la pratica Purcell e va al secondo turno. Fucsovics non sarà avversario facile, ma se terrà la concentrazione mostrata questa notte nei pochi ma decisivi punti giocati, potrà stupire ancora.

Loading...
Loading...

Fabio Fognini, 10: il finto Fognini sceso in campo ieri lascia il posto al gemello in palla, che compie una rimonta nella quale davvero in pochi credevano, soprattutto dopo quanto visto meno di 24 ore prima. L’ostacolo al secondo turno non dovrebbe essere insormontabile, la strada verso un ottavo tutto italiano è tracciato.

Lorenzo Giustino, sv: pochi minuti in campo anche per lui, ma la situazione era già compromessa ieri. Raonic, soprattutto su questa superficie, è ancora un osso troppo duro per lui.

Stefano Travaglia, 5: anche per lui la situazione era complessa, magari non ci si attendeva la rimonta alla Fognini, ma forse un po’ più di lotta sì. Subisce subito il break e non rientra più nel terzo set.

Andreas Seppi, 9: lo danno sempre sul viale del tramonto e lui ogni volta stupisce. Affonda in tre set Miomir Kecmanovic, superando brillantemente anche l’unico momento di difficoltà attraversato nel secondo set. Immortale, per lui gli anni sembrano non passare, e può stupire ancora andando avanti nello Slam.

Lorenzo Sonego, 5.5: contro un cavallo pazzo come Nick Kyrgios ci si può attendere di tutto, purtroppo oggi l’avversario dall’altro lato della rete era in buona giornata. Ha il merito di aver lottato praticamente alla pari nel secondo e nel terzo set, ma anche il demerito di aver mancato di concretezza nei punti importanti.

Marco Cecchinato, 5: sorteggio assolutamente non fortunato, va detto, ma quando in tre set vai sempre avanti di un break hai l’obbligo di concretizzare, altrimenti contro avversari del calibro di Zverev non hai vita lunga, ed infatti l’italiano esce di scena in tre partite.

Camila Giorgi, 7.5: bentornata! La marchigiana torna finalmente a conquistare un match negli Slam e lo fa ancora a Melbourne. Il sorteggio le ha dato una mano, ma lei gioca davvero un bella partita. Ora il secondo turno sarà quello davvero probante per lei, per verificare quanta strada potrà fare.

Jasmine Paolini, 5: sciupa troppo nel primo set, quando per due volte si ritrova avanti di un break ma non riesce mai a scavare un solco decisivo. Nel secondo parziale, al contrario, si ritrova sempre ad inseguire, già in ritardo di un set, ed a questi livelli così tante occasioni alle avversarie non si possono concedere.

Elisabetta Cocciaretto, 5.5: il suo lo aveva fatto qualificandosi, oggi il palcoscenico più importante però la vede fare un po’ troppo da sparring al cospetto di un’avversaria di altro livello. Subito costretta ad inseguire, non riesce a colmare il gap, ma non era questa la partita che le si chiedeva di vincere.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI TENNIS

roberto.santangelo@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top