Show Player

Pagelle Inter-Barcellona 1-2, voti Champions League: Ansu Fati manda all’inferno i nerazzurri



Si chiude la stagione dell’Inter nella Champions League 2019-2020. I nerazzurri cadono in casa per 1-2 contro un Barcellona sperimentale e contemporaneamente pagano la vittoria del Borussia Dortmund contro lo Slavia Praga. La squadra di Conte dà tutto quello che ha ma non basta. I gol di Perez e Ansu Fati piegano quello di Lukaku che ha sulla coscienza diverse ghiotte occasioni sprecate. Andiamo, quindi, a consegnare le pagelle del match di San Siro.

CLICCA QUI PER VIDEO, HIGHLIGHTS E SINTESI DI INTER-BARCELLONA

CLICCA QUI PER LA CRONACA DI INTER-BARCELLONA

LE PAGELLE DI INTER-BARCELLONA 1-2:

INTER (3-5-2)

Handanovic 7 – Il capitano difende la porta alla grande e chiude tutto quello che può, sia su Perez nel primo tempo, sia su Griezmann al 58′ con due conclusioni insidiose. Sui gol subiti nulla può.

Loading...
Loading...

Godin 6 – Gran parte della frittata sul gol del Barcellona è colpa sua. Da quel momento sale di livello e regala una prestazione di grandissima intensità.

de Vrij 6.5 – Il perno della difesa. Chiude in ogni occasione anche se gli attaccanti blaugrana girano spesso al largo. Ogni tanto prova anche qualche sortita. Ennesima prova eccellente della sua annata.

Skriniar 6.5 – Gioca con grande intensità e prova a chiudere ogni occasione. Lo slovacco è onnipresente.

D’Ambrosio 6.5 – Disputa una partita di quantità e inserimenti. Il suo apporto non manca mai e, nel momento più complicato del primo tempo, sfiora anche il gol di testa! Dal 75′ Politano 6 – Prova a rendersi pericoloso in ogni modo, ma i suoi guizzi non vanno a buon segno.

Vecino 5.5 – Lascia ragionare Griezmann che serve l’assist per il gol del Barcellona ed è una pecca non da poco. Alterna buone cose a momenti rivedibili.

Brozovic 6 – Il croato dopo un primo tempo di buon livello cala di livello. La stanchezza si fa sentire e la precisione viene meno nelle due fasi.

Borja Valero 5.5 – Lo spagnolo fa fatica in entrambe le fasi e non da il contributo che sarebbe servito al reparto. Fa quello che può in mezzo al campo e non ha particolari colpe sulle spalle. Dal 77′ Esposito S.V. – 

Biraghi 5.5 – In Champions la vita non è semplice. Come a Dortmund, soffre le avanzate dei rivali. Non completa una prova sufficiente e sbaglia in diverse occasioni. Inoltre non riesce mai a piazzare un cross con il suo ottimo sinistro. Dal 69′ Lazaro 5 – Entra in campo con il piglio giusto, ma non si rende mai utile.

Lautaro Martinez 7.5 – Dà sempre la sensazione di essere pericoloso. Nell’azione del gol difende il pallone da campione e lo cede a Lukaku. Al 72′ sfiora il gol con una azione clamorosa, quindi un minuto dopo trova la rete ma è in fuorigioco. Nettamente il migliore dei suoi. Questi sono i suoi palcoscenici.

Lukaku 5.5 – Ha il merito di segnare il gol del pareggio, ma prima e dopo spreca troppe occasioni. Prestazione di cuore, ma anche imprecisa.

All: Antonio Conte 6 – Propone l’unica squadra possibile visti gli infortuni, riesce a far gestire ai suoi il momento più complicato e per lunghi tratti culla il sogno della vittoria. Negli ultimi minuti mette tutti gli attaccanti possibili in campo ma i suoi non ne hanno più.

BARCELLONA (5-3-2)

Neto 7 – Mette i pugni su un gran sinistro di Biraghi. Sul gol di Lukaku è beffato da una deviazione, quindi lo ipnotizza a tu per tu nella ripresa.

Waguè 6 – Il difensore senegalese gioca non senza sorpresa ma tiene bene il campo, facendosi vedere anche in avanti quando può

Todibo 6 – Dopo mesi di anonimato viene tolto dalla naftalina e lo si vede nell’azione del gol dell’Inter nella quale concede troppo a Martinez che lo supera con il fisico. La ripresa lo vede ottimo nei tanti uno contro uno, ma ormai il danno era stato fatto.

Lenglet 5.5 – Sbaglia un gol già fatto al 33′. Su azione di corner si trova la palla tutto solo a 5 metri dalla porta. Il suo tiro è inguardabile e grazia l’Inter. Errore davvero incredibile che condiziona tutto il match e, di conseguenza, anche il suo giudizio.

Umtiti 5.5 – L’Inter lo fa soffrire e soprattutto Martinez. Posizionato nel centro dei tre di difesa annaspa in parecchie situazioni.

Junior Firpo 6 – Catapultato al ruolo di titolare, prova a mettere in difficoltà D’Ambrosio ma non gli riesce quasi mai. Ha il mandato di non lasciare scoperta la fascia e, nel complesso, lo porta a termine.

Carlos Aleña 6.5 – Il classe 1998 parte nel migliore dei modi, con grande personalità e qualità, quindi cala alla distanza. Giocatore di intelligenza e ordine, segnatevi il suo nome.

Vidal  7 – Inizia molto bene a centrocampo e partecipa anche all’azione del vantaggio. E’ ovunque e sempre positivo. Al 68′ ci prova, ma il suo destro lambisce il palo. Nel complesso ennesima prova di altissimo livello del cileno.

Rakitic 6 – Il croato disputa un match sufficiente ma niente più. Quando può aiuta a gestire il pallone ma spreca in due casi la stoccata finale. Dal 63′ De Jong 6 – Entra in campo per dare ordine, e non dispiace.

Griezmann 6.5 –  Il campione del mondo dà il là all’azione del vantaggio con un passaggio filtrante di altissima qualità, si fa sempre vedere per dare una mano ai compagni ma è troppo solo. Gioca un match di livello, dopo un’ora Valverde decide che è tempo di farlo riposare. Dal 63′ Suarez 6.5 – Non ha grandi chance, ma serve lui l’assist a Ansu Fati.

Carles Perez 6.5 – Titolare a sorpresa ma subito in partita. Prima chiama alla grande risposta Handanovic, quindi porta avanti i suoi al 23′ con un gol di grande rapidità in area di rigore. Nel complesso svaria molto e fa tutto bene, tranne sprecare malamente il contropiede della vittoria nel finale. Dalò’85’ Ansu Fati 8 – Entra in campo e al primo pallone toccato lo scaglia alle spalle di Handanovic con un tiro splendido. Per il dopo-Messi il Barcellona è già a posto!

All: Ernesto Valverde 7 – Si prende un rischio non da poco presentando un Barcellona “B”, ma la sua squadra tiene molto bene il campo e onora al meglio l’impegno.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top