Show Player

Nuoto, Europei 2019: le possibili rivelazioni dell’Italia. Pilato è già una sicurezza, aspettando l’esplosione di Ceccon e Cocconcelli



CLICCA QUI PER LA DIRETTA LIVE DEGLI EUROPEI DI NUOTO DALLE ORE 10.30 (4 DICEMBRE)

Il confine tra rivelazione e certezza in casa Italia è ormai sempre più sottile. Un anno fa in pochissimi conoscevano Benedetta Pilato, ora l’unica preoccupazione degli appassionati di nuoto sembra diventato l’allungamento fino a 100 metri delle sue performance in prospettiva Tokyo 2020, dimenticando spesso e volentieri che si tratta di una ragazzina di quasi 15 anni e che già trovarsi nel contesto di un Europeo in vasca corta da super favorita dopo aver centrato l’argento mondiale in lunga è qualcosa di enorme per lei.

Stessa cosa per Thomas Ceccon, che fatica ad uscire dal guscio e a capire e farci capire cosa è e cosa può diventare. Il nuotatore veneto ormai non può più essere considerato una possibile rivelazione, ma è anche vero che tre mesi fa era protagonista ai Mondiali juniores e dunque va aspettato, perché classe e fisico non gli mancano di certo. La vasca corta, poi, non è esattamente il suo pane quotidiano, ma qualcosa, dal cappello a cilindro, può sempre tirare fuori.

In campo maschile altri due atleti fin qui non di primissimo piano arrivano da outsider anche in chiave podio all’appuntamento europeo, e sono Lorenzo Mora, dorsista modenese che a Genova ha strabiliato con tempi di valore assoluto in tutte le specialità. La vasca corta è casa sua e questa è l’occasione giusta per completare il percorso di crescita. Occhio anche al mezzofondista Marco De Tullio, allievo di Stefano Morini e capace, sempre a Genova, di impensierire Gabriele Detti sui 400 stile libero che sono la sua gara e in cui potrebbe anche aspirare a qualcosa di addirittura più importante del quinto posto iridato conquistato a Gwangju nella scorsa estate.

Loading...
Loading...

In campo femminile, invece, Pilato a parte, c’è attesa per il debutto di Costanza Cocconcelli, atleta plurivalente, medagliata mondiale juniores, che potrà puntare a qualche semifinale nel suo primo impegno della carriera con la Nazionale senior. Un buon risultato potrebbe arrivare anche da Francesca Fangio nei 200 rana e da Anna Pirovano, apparsa in buone condizioni a Genova in particolare nei 200 farfalla.

Foto Diego Gasperoni

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Loading...

Lascia un commento

scroll to top