Volley, Serie A1 femminile, settima giornata. Scandicci domina il derby toscano e risale la china. Busto sbanca Bergamo ed è terzo

Scandicci si ritrova, Busto Arsizio vola. I due derby di quello che restava della settima giornata di una serie A1 che più spezzettata non si può, lanciano due delle protagoniste annunciate del massimo torneo femminile di volley. Novara, Conegliano e Perugia avevano già i 3 punti in tasca grazie agli anticipi e le altre quattro sfide in programma oggi hanno regalato emozioni e risultati molto significativi.

La squadra del giorno è la Savino del Bene Scandicci che, dopo un avvio complicatissimo di campionato, rialza la testa nella giornata più attesa e anche più complicata contro un Bisonte Firenze che ha disputato un’ottima prima parte di campionato e si presentava minaccioso al derby. La squadra di Mencarelli si è ritrovata al momento giusto ed ha vinto 3-0 (25-18, 25-17, 25-20) facendo leva sull’ottima prova di Malinov in regia e di Stysiak e Stevanovic in attacco.

La Unet E-Work Busto Arsizio, con Alessia Gennari sugli scudi, vince 3-1 (21-25, 25-23, 25-22, 25-18) in rimonta il derby lombardo sul campo di una Zanetti Bergamo combattiva ma che ha fatto fatica soprattutto in ricezione, cedendo alla distanza di fronte agli avversari, le quali festeggiano il terzo posto in classifica che potrebbe addirittura essere secondo perché Novara, che precede le lombarde di una sola lunghezza.

Il terzo derby di giornata, sempre in Lombardia, ha visto la vittoria sofferta della Saugella Monza 3-2 (28-26, 20-25, 25-22, 25-27, 15-10) sul campo dell’E’Più Pomì Casalmaggiore. Carcaces (32 punti) vince la battaglia delle bomber con Meijners (24) e Ortolani (19) ma Monza ha qualcosa in più nel tie break, anche se al momento non sembra in grado di poter reggere il ritmo delle primissime della classe.

In zona salvezza la Lardini Filottrano risponde in modo fragoroso alla vittoria di ieri della Bartoccini Perugia e raggiunge proprio le umbre al terz’ultimo posto grazie al 3-1 (25-21, 25-22, 23-25, 25-23) rifilato alla Reale Mutua Fenera Chieri, che arresta la sua corsa in zona play-off. Anna Nicoletti e Giulia Angelina fanno pentole e coperchi per le marchigiane e firmano una vittoria preziosissima per la corsa alla permanenza in serie A1. Non bastano i 18 punti di Perinelli a Chieri per evitare la sconfitta.

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Foto Lisa Guglielmi Live Photosport

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, GP Brasile 2019: l’Italia festeggia comunque! Seconda la Toro Rosso, quinto Antonio Giovinazzi!

F1, è una Ferrari horror. Vettura non performante, piloti che si fanno la guerra e prospettive nebulose verso il 2020