Ciclismo, presentata la Trek-Segafredo: 27 atleti, Vincenzo Nibali con Pedersen, Mollema, Ciccone. La rosa e la squadra completa

La Trek-Segafredo ha ufficialmente presentato la propria rosa per la prossima stagione, la corazzata statunitense con sponsor italiano ha svelato la composizione della propria squadra per il 2020 che sarà formata da 27 ciclisti provenienti da 12 Paesi. La compagina diretta da Luca Guercilena si presenta con grandi ambizioni e vuole essere assoluta protagonista nel World Tour cercando di lottare per la vittoria nei Grandi Giri e nelle Classiche Monumento.

Vincenzo Nibali sarà il faro, lo Squalo ha lasciato la Bahrain-Merida per approdare alla Trek-Segafredo e con la nuova casacca proverà a conquistare il terzo Giro d’Italia della carriera. Il siciliano è uno dei nuovi arrivati insieme al fratello Antonio e allo statunitense Quinn Simmons, Campione del Mondo juniores. Confermatissimi il danese Mads Pedersen (Campione del Mondo), l’olandese Bauke Mollema (vincitore del Giro di Lombardia), l’australiano Richie Porte e gli altri italiani Gianluca Brambilla, Giulio Ciccone, Nicola Conci, Jacopo Mosca e Matteo Moschetti. Di seguito il roster completo della Trek-Segafredo per il 2020.

 

ROSTER TREK SEGAFREDO 2020: ROSA, SQUADRA, FORMAZIONE

Vincenzo Nibali (Italia) *

Julien Bernard (Francia)

Gianluca Brambilla (Italia)

Giulio Ciccone (Italia)

Will Clarke (Australia)

Nicola Conci (Italia)

Koen de Kort (Olanda)

Niklas Eg (Danimarca)

Alex Kirsch (Lussemburgo)

Bauke Mollema (Olanda)

Jacopo Mosca (Italia)

Matteo Moschetti (Italia)

Ryan Mullen (Irlanda)

Mads Pedersen (Danimarca)

Richie Porte (Australia)

Kiel Reijnen (USA)

Toms Skujins (Lettonia)

Jasper Struyven (Belgio)

Edward Theuns (Belgio)

Kenny Elissonde (Francia) *

Alexander Kamp (Danimarca) *

Emils Liepins (Lettonia) *

Juan Pedro Lopez (Spagna) *

Antonio Nibali (Italia) *

Charlie Quarterman (Gran Bretagna) *

Michel Ries (Lussemburgo) *

Quinn Simmons (USA) *

*= nuovi arrivi per il 2020

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

ATP Finals 2019, Rafael Nadal sarà in campo? Ultimo test al servizio contro Bautista, domani il match con Zverev

Tennis, ATP Finals 2019: Djokovic è un rullo compressore. Berrettini sconfitto in due rapidi set