Show Player

MotoGP, GP Giappone 2019: inizia il trittico asiatico, gli avversari di Marc Marquez in cerca di gloria



Dopo aver ampiamente festeggiato il meritatissimo titolo di Marc Marquez, il Mondiale 2019 di MotoGP si trasferisce dall’altra parte del globo per il consueto trittico di gare autunnali. Si inizierà nel prossimo fine settimana con il Gran Premio del Giappone, quindi senza soluzione di continuità toccherà a Australia e Malesia, prima del “rompete le righe” finale di Valencia a metà novembre che darà poi l’arrivederci al GP di Losail di marzo 2020.

La stagione è già andata ampiamente in archivio e non regala particolari spunti a livello di classifica, dato che anche la seconda posizione di Andrea Dovizioso appare tutto sommato blindata. Il romagnolo, che si trovato a una distanza siderale da Marc Marquez, ben 110 punti, ne conserva 48 su Alex Rins che, invece, dovrà difendere la sua terza posizione da Maverick Vinales che lo insegue a 4 punti, quindi Danilo Petrucci a 5, Valentino Rossi a 22 e Fabio Quartararo a 24.

Loading...
Loading...

Un nutrito gruppo di di piloti che sta chiudendo la propria annata con morali e obiettivi differenti ma, tutti, con la consapevolezza che in questi 15 weekend disputati sono stati letteralmente annichiliti da Marc Marquez. Lo spagnolo ha il seguente score. 14 gare concluse: 9 vittorie e 5 secondi posti. Stop. Un ruolino di marcia che spiega perfettamente il dominio del Cabroncito e della sua Honda, una moto eccellente e che, nelle sue mani, diventa perfetta perché sposa in pieno il suo stile di guida. Conoscendo il carattere del pilota di Cervera, siamo sicuri che cercherà di chiudere con un altro poker di vittorie questo ultimo scorcio di annata, ma i suoi rivali dovranno fare di tutto per emergere ed approfittare delle chance che il campione del mondo potrebbe concedere loro.

Valentino Rossi e Fabio Quartararo, per esempio, sono alla caccia della prima vittoria stagionale, nel caso del francese della sua intera esperienza in MotoGP. I due momenti sono opposti. Il “Dottore” sta attraversando una crisi senza fine con una moto che continua a farlo disperare, anche negli ultimi GP della sua carriera, mentre il rookie francese sta stupendo sempre più e appare, almeno in questo periodo, l’unico vero rivale di Marc Marquez.

Andrea Dovizioso, Alex Rins, Danilo Petrucci e Maverick Vinales, invece, almeno una gara a testa l’hanno portata a casa, per cui in questo trittico proseguiranno con diversi obiettivi. In casa Ducati, per esempio, c’è la necessità di recuperare a livello di morale un Petrucci che, dopo la vittoria del Mugello, ed il rinnovo del contratto, è letteralmente sparito ed è reduce da 6 gare nelle quali, al massimo, ha chiuso all’ottavo posto.  Il suo vicino, invece, proverà a ritoccare le sue statistiche, come Alex Rins, essendo gli unici piloti in grado di vincere due prove in questo anno. Sul fronte Maverick Vinales, invece, lo spagnolo dopo un lungo periodo grigio, è stato in grado di tornare ad alti livelli, centrando una vittoria e quattro podi nelle ultime 8 uscite. La leadership in casa Yamaha sarà un ottimo stimolo per il catalano, che potrebbe chiudere distanziando, e non poco, Valentino Rossi.

Tanti discorsi e pensieri che, ovviamente, saranno subordinati all’umore di Marc Marquez. Se il campione del mondo proseguirà con la cattiveria agonistica che lo contraddistingue, non rimarranno che le briciole agli avversari, specialmente a Phillip Island, una pista nella quale spesso dimostra di poter fare il vuoto, salvo poi rovinare tutto in gara con cadute banali.

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top