Show Player

Moto3, GP Australia 2019: Lorenzo Dalla Porta CAMPIONE DEL MONDO! Vittoria del toscano a Phillip Island, Canet out



Un giorno che non potrà mai dimenticare Lorenzo Dalla Porta. Il 22enne, nativo di Prato, corona il suo sogno e vince il Mondiale 2019 di Moto3 a Phillip Island (Australia), aggiudicandosi la gara australiana e festeggiando nel migliore dei modi il suo primo iride in carriera. Terza vittoria per lui in quest’annata magnifica, costellata da 10 podi. E’ stato il più continuo Lorenzo e ha vinto il campionato con pieno merito. Una corsa che il centauro italiano ha saputo interpretare alla perfezione, cercando di rimanere lontano dai guai e sfruttando alla perfezione anche l’errore del suo rivale n.1, ovvero lo spagnolo Aron Canet, uscito di scena nelle prime fasi. Di fatto è arrivato un successo in volata del pilota nostrano davanti al compagno di squadra Ramirez, a suggello della grande prova del Team Leopard Racing. In terza piazza, sulla KTM del Gaviota Angel Nieto Team, Arenas. In un arrivo di gruppo, hanno completato la top-10 il giapponese Suzuki (SIC58 Squadra Corse), il britannico McPhee (Petronas Sprinta Racing), il sudafricano Binder (CIP Green Power), il nipponico Sasaki (Petronas Sprinta Racing), il britannico Booth-amos (CIP Green Power) e i nostri Arbolino e Nepa. Si tratta di un successo storico per il nostro Paese, visto che mai nessun pilota italiano aveva vinto in questa categoria, da quando nel 2012 ha preso il posto della 125cc. L’ultimo iride risaliva, infatti, al 2004 con Andrea Dovizioso ad imporsi.

LA CRONACA 

Pronti, via e Ramirez, Arenas, Canet, Fenati, Arbolino, Migno e Dalla Porta si fanno largo. Neanche il tempo di prendere la nota delle posizioni che arriva la caduta di Canet (terzo “zero” consecutivo per l’iberico).

Loading...
Loading...

Dalla Porta beneficia dell’errore dell’alfiere del Team di Max Biaggi, portandosi in prima posizione davanti al compagno di team e ad Arbolino. Il leader del campionato decide di rimanere in testa, per evitare guai e colpi bassi dai rivali. Il gruppo, infatti, è compatto e comprende 25 centauri in fila indiana. Alle spalle del toscano, la bagarre vede il giapponese Toba molto attivo, mentre Fenati decade in tredicesima posizione.

La lotta si fa accanita, ma Dalla Porta, forte di una Honda particolarmente performante sul dritto, gestisce sapientemente la situazione, cercando di rimanere davanti o, quantomeno, nella top-3. Gruppone compatto e nei confronti side by side ne pagano le conseguenze Salac e Rodrigo, mentre Binder si distingue per qualche carenata di troppo. Risalito Fenati che, dopo essersi nascosto nelle retrovie, torna in auge per le posizioni che contano, al contrario di Arbolino (14°) inghiottito dal resto della truppa, dopo essere venuto a contatto con il citato Binder.

Ai -5 Suzuki, Dalla Porta e Fenati provano a fare la differenza, cadono invece Migno e Toba alla curva-4. Gli ultimi giri sono perfetti per il toscano che festeggia il titolo iridato vincendo, davanti al team-mate Ramirez e allo spagnolo Arenas. Arbolino chiude nono.

CLASSIFICA GP AUSTRALIA 2019 – MOTO3

1 25 48 Lorenzo DALLA PORTA ITA Leopard Racing HONDA 37’45.817 162.5
2 20 42 Marcos RAMIREZ SPA Leopard Racing HONDA 37’45.894 162.5 0.077
3 16 75 Albert ARENAS SPA Gaviota Angel Nieto Team KTM 37’45.905 162.5 0.088
4 13 24 Tatsuki SUZUKI JPN SIC58 Squadra Corse HONDA 37’45.943 162.5 0.126
5 11 17 John MCPHEE GBR Petronas Sprinta Racing HONDA 37’46.147 162.5 0.330
6 10 40 Darryn BINDER RSA CIP Green Power KTM 37’46.589 162.4 0.772
7 9 71 Ayumu SASAKI JPN Petronas Sprinta Racing HONDA 37’46.846 162.4 1.029
8 8 69 Tom BOOTH-AMOS GBR CIP Green Power KTM 37’47.362 162.4 1.545
9 7 14 Tony ARBOLINO ITA VNE Snipers HONDA 37’47.452 162.4 1.635
10 6 82 Stefano NEPA ITA Reale Avintia Arizona 77 KTM 37’47.840 162.3 2.023
11 5 7 Dennis FOGGIA ITA SKY Racing Team VR46 KTM 37’48.157 162.3 2.340
12 4 55 Romano FENATI ITA VNE Snipers HONDA 37’49.540 162.2 3.723
13 3 21 Alonso LOPEZ SPA Estrella Galicia 0,0 HONDA 37’53.381 162.0 7.564
14 2 79 Ai OGURA JPN Honda Team Asia HONDA 37’53.493 161.9 7.676
15 1 84 Jakub KORNFEIL CZE Redox PruestelGP KTM 37’53.926 161.9 8.109
16 61 Can ONCU TUR Red Bull KTM Ajo KTM 38’02.552 161.3 16.735
17 22 Kazuki MASAKI JPN BOE Skull Rider Mugen Race KTM 38’02.561 161.3 16.744
18 76 Makar YURCHENKO KAZ BOE Skull Rider Mugen Race KTM 38’28.143 159.5 42.326
19 15 Rogan CHANDLER NZE Double Six Motor Sport KALEX KTM 38’43.169 151.6 1 lap

 

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top