Giro dell’Emilia femminile 2019: Demi Vollering batte Elisa Longo Borghini sul San Luca

Non solo uomini. È andata in scena oggi la sesta edizione per quanto riguarda il Giro dell’Emilia Internazionale Donne Elite. Prova di categoria 1.1, dunque non inserita nel massimo circuito internazionale, che prevedeva però al via tante delle migliori atlete al mondo. Ad imporsi è stata l’olandese Demi Vollering che si conferma una delle sorprese di questa stagione: per lei una gran crescita e l’ambizione di un 2020 da protagonista.

98,8 i chilometri da percorrere da Bologna fino in cima al San Luca. A provarci in solitaria è stata la lombarda Silvia Valsecchi (BePink), ripresa però a circa 30 dall’arrivo. Il tutto si è andato a giocare sullo strappo conclusivo, con una brutta caduta che è andata a dimezzare il gruppo sul finale. A fare la differenza Demi Vollering (Parkhotel Valkenburg), 22enne, al secondo successo stagionale. Ha provato a tenere la ruota dell’olandese Elisa Longo Borghini: l’atleta della Trek-Segafredo, già vincitrice due volte su queste strade, si è dovuta però arrendere. Terza piazza per la ceca Nikola Nosková.

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Ginnastica artistica, ITALIA QUALIFICATA ALLE OLIMPIADI 2020! Tokyooooooooo, le Fate staccano il pass

Ciclismo, Vincenzo Nibali si sta sottoponendo a terapia antalgica all’ospedale de L’Aquila