Pattinaggio artistico, Lombardia Trophy 2019: Boyang Jin al comando dopo lo short, quinto Matteo Rizzo



Grandi emozioni all’IceLab di Begamo, palazzo del ghiaccio che sta ospitando questa settimana la dodicesima edizione del Lombardia Trophy 2019 Memorial Anna Grandolfi, competizione internazionale di pattinaggio artistico che, insieme al canadese Autumn Classic International, apre ufficialmente la nuova annata sportiva.

Nell’attesissimo short program maschile a spuntarla è stato il cinese Jin Boyang, primo pattinatore della stagione a scavalcare quota 100 nel segmento più breve, precisamente 101.09 (60.44, 40.65). Il pattinatore, reduce da un periodo post Olimpico opaco, ha impressionato il pubblico eseguendo una performance di alto profilo caratterizzata dalla straordinaria combinazione da 19.15 punti quadruplo lutz/triplo toeloop, dal quadruplo toeloop singolo e dal triplo axel inserito in zona bonus. La prestazione tecnica monstre ha consentito all’atleta nativo di Harbin di guadagnare un margine di vantaggio importante rispetto al secondo classificato, Dmitri Aliev, distante in seconda posizione con 81.18 (42.03, 40.15) dopo una prova inaugurata con una caduta nel quadruplo lutz ma ben raddrizzata con la corretta realizzazione della catena quadruplo toeloop-doppio toeloop e con il triplo axel.

Loading...
Loading...

Nel secondo segmento di gara, in programma domenica 15 settembre alle ore 13:00, assisteremo a una lotta interessante per il podio tra cui rientreranno il russo Egor Murashov, attualmente terzo con 74.82 (41.58, 34.25), il georgiano Morisi Kvitelashvili, quarto con 74.15 (37.20, 36.95) e soprattutto il nostro Matteo Rizzo. Il gioiellino delle Fiamme Azzurre, seppur con qualche sbavatura, ha avuto il merito di alzare prepotentemente l’asticella rispetto allo scorso anno proponendo ben due quadrupli, il quadruplo toeloop (in combinazione con il doppio toeloop) e il quadruplo rittberger, in questa occasione atterrato in maniera fallosa così come il triplo axel. Nonostante le imprecisioni, il talento di casa ha già dimostrato di avere tutte le carte in regola per vivere nuovamente una stagione da assoluto protagonista.

In campo femminile a conquistare la prima piazza provvisoria è stata l’esperta russa Elizaveta Tuktamysheva, la quale ha presentato un layout competitivo con un triplo axel ben eseguito, il triplo lutz e la combinazione triplo flip/triplo toeloop. Guadagnando nettamente il miglior riscontro sulle componenti del programma l’allieva di Alexei Mishin ha staccato con il punteggio di 73.66 (41.90, 31.76) di oltre tre lunghezze la sudcoreana Young You che, con grande sorpresa, ha stupito il pubblico atterrando anche lei un triplo axel, completando l’opera con la combinazione triplo lutz/triplo toeloop e con il triplo flip singolo, raccogliendo 70.47 punti (40.67, 29.80). Decisamente penalizzata sulle componenti del programma la Vice Campionessa Mondiale Junior Anna Shcherbakova, attualmente al terzo posto dopo una prestazione convincente in cui ha sfoderato tutto il suo talento eseguendo, oltre al doppio axel e al triplo lutz, la difficile combinazione triplo lutz/triplo rittberger, ricevendo proprio su quest’ultimo elemento la chiamata di salto sottoruotato.

Ottimo debutto nella massima categoria per l’azzurra Lucrezia Beccari, piazzatasi in settima posizione con il punteggio di 55.16 (29.52, 26.54); la pattinatrice allenata da Franca Bianconi, malgrado un’indecisione sull’ultima trottola combinata, è stata autrice di una performance positiva ornata da elementi di salto puliti come il doppio axel, la combinazione triplo lutz/doppio toeloop e il triplo flip singolo con cui ha superato pattinatrici blasonate come la Campionessa Europea Sofia Samodurova, ottava con 55.82 (25.74, 29.08) dopo due brutti errori nel triplo lutz e nella combinazione, e la Vice Campionessa Mondiale 2018 Wakaba Higuchi, al nono posto provvisorio con 52.33 (23.81, 29.52) dopo una gara decisamente al di sotto delle proprie possibilità.

CLICCA QUI PER CONOSCERE IL PROGRAMMA COMPLETO DEL LOMBARDIA TROPHY 2019

CLASSIFICA SHORT PROGRAM INDIVIDUALE MASCHILE

FPl. Name Club Nation Points SP FS
1 Boyang JIN CHN 101.09 1
2 Dmitri ALIEV RUS 81.18 2
3 Egor MURASHOV RUS 74.83 3
4 Morisi KVITELASHVILI GEO 74.15 4
5 Matteo RIZZO ITA 71.76 5
6 Maurizio ZANDRON AUT 70.75 6
7 Peter James HALLAM GBR 67.62 7
8 Roman GALAY FIN 67.04 8
9 Adrien TESSON FRA 66.65 9
10 Andrei LAZUKIN RUS 63.23 10
11 Kazuki TOMONO JPN 61.69 11
12 Sondre ODDVOLL BOE NOR 59.46 12
13 Matthew SAMUELS RSA 49.04 13
14 Andras CSERNOCH HUN 48.52 14

CLASSIFICA SHORT PROGRAM INDIVIDUALE FEMMINILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Elizaveta TUKTAMYSHEVA RUS 73.66 1
2 Young YOU KOR 70.47 2
3 Anna SHCHERBAKOVA RUS 67.73 3
4 Starr ANDREWS USA 66.38 4
5 Yelim KIM KOR 65.65 5
6 Jenni SAARINEN FIN 57.66 6
7 Lucrezia BECCARI ITA 55.16 7
8 Sofia SAMODUROVA RUS 53.82 8
9 Wakaba HIGUCHI JPN 52.33 9
10 Valentina MATOS ESP 50.15 10
11 Natasha MCKAY GBR 49.09 11
12 Josefin TALJEGARD SWE 47.24 12
13 Greta MORKYTE LTU 47.00 13
14 Megan WESSENBERG USA 44.76 14
15 Sophia SCHALLER AUT 38.76 15
16 Klara STEPANOVA CZE 36.86 16
17 Romana KAISER LIE 34.93 17

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pier Colombo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top