Ciclismo, Mondiali 2019: tris di Mikkel Bjerg nella cronometro Under23, lontani gli azzurri

Per il terzo anno consecutivo il danese Mikkel Bjerg conquista l’oro nella cronometro Under23 maschile ai Mondiali di ciclismo. Il 20enne nativo di Copenhagen prosegue il suo eccezionale dominio in questa specialità e dopo i successi di Bergen e Innsbruck, trionfa anche nello Yorkshire. Il corridore della Hagens Berman Axeon, che il prossimo anno farà il salto di categoria con la UAE-Team Emirates, si è imposto sul percorso di 30,3 km da Ripon ad Harrogate con il tempo di 40’20” con una media di oltre 45 km/h.

Una gara che è stata condizionata dalla pioggia, che si è intensificata con il susseguirsi delle partenze, rendendo la strada al limite della percorribilità. Nonostante ciò, Bjerg, partito per ultimo, ha saputo comunque sbaragliare la concorrenza, vincendo con 26” di vantaggio sullo statunitense Ian Garrison, che ha beneficiato di condizioni migliori degli avversari e riesce così a conquistare una sorprendente medaglia d’argento. Completa il podio un altro americano, Brandon McNulty, che chiude con un secondo di distacco dal connazionale. Si piazzano poi nell’ordine il danese Mathias Jørgensen Norsgaard a 36”, il belga Brent Van Moer a 43”, l’alto danese Morten Hulgaard a 56”, l’olandese Nils Eekhoff a 1’01”, il sudarficano Byron Munton a 1’26”, l’austrico Markus Wildauer a 1’38” e l’olandese Daan Hoole, che chiude la top10 a 1’45”.

Prova sotto le aspettative per i due azzurri, entrambi molto lontani dalle posizioni di vertice. Il migliore è Antonio Puppio, che chiude 22° con un ritardo di 2’25”, mentre Matteo Sobrero termina 27° a 2’48”. Il campione italiano è stato anche sfortunato, perché ha subito una foratura, che lo ha costretto a cambiare bici, perdendo così inevitabilmente altri secondi.

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

alessandro.farina@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, Sebastian Vettel: “La Ferrari è più importante delle nostre individualità”

LIVE Ciclismo, Mondiali 2019 in DIRETTA: cronometro Under23, Mikkel Bjerg è campione del mondo per il terzo anno consecutivo, 2° Garrison e 3° McNulty