Show Player

Vuelta a Burgos 2019: Richard Carapaz torna in corsa, Ivan Sosa a caccia del bis



Domani prenderà il via la Vuelta a Burgos 2019, breve corsa a tappe che si disputa nell’omonima provincia spagnola. In programma ci sono cinque tappe. La prima presenterà subito un arrivo in salita sull’Alto del Castillo, un duro strappo di un chilometro, su cui lo scorso anno si impose Francesco Gavazzi, che sarà al via anche in questa edizione. La seconda frazione sarà adatta ai velocisti, mentre la terza sarà la tappa regina con quattro GPM prima del durissimo arrivo in salita a Picón Blanco (7,8 km al 9,3%). Quarta tappa nuovamente adatta alle ruote veloci, mentre la quinta ed ultima proporrà un altro arrivo in salita, a Lagunas de Neila (11,8 km al 5,6%), su cui assisteremo allo scontro diretto finale tra gli uomini di classifica.

I riflettori saranno puntati su Richard Carapaz che tornerà in corsa dopo il Giro d’Italia e testerà la condizione in vista della Vuelta a España. Il 26enne ecuadoriano sarà il capitano della Movistar e potrebbe ritrovare subito il successo, visto che avrà modo di fare la differenza negli arrivi in salita. Per la vittoria potremmo assistere ad un duello tutto sudamericano con Iván Ramiro Sosa, vincitore della scorsa edizione e pronto a ripetersi. Il 21enne colombiano è pronto a tornare grande protagonista e avrà nuovamente la responsabilità di guidare il Team INEOS, dopo aver lavorato per i compagni nella Corsa Rosa. I loro principali rivali saranno il francese Guillaume Martin (Wanty-Gobert), reduce dal dodicesimo posto in classifica al Tour de France, e il portoghese Rui Costa (UAE-Team Emirates), sempre pericoloso nelle brevi corse a tappe.

Loading...
Loading...

In gara vedremo anche due formazioni Professional italiane: l’Androni Giocattoli-Sidermec e la Nippo Vini Fantini Faizanè. La formazione di Gianni Savio punterà sul già citato Gavazzi e su Manuel Belletti per le volate, mentre per la classifica il capitano sarà il giovane colombiano Daniel Muñoz. Nella Vini Fantini, Juan José Lobato e Imerio Cima proveranno a lasciare il segno negli sprint, così come Kristian Sbaragli (Israel Cycling Academy). Infine citiamo anche la presenza del 20enne Antonio Puppio (Kometa) reduce dal decimo posto nella cronometro Under23 degli Europei.

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

alessandro.farina@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LPS/Massimo Landucci

Loading...

Lascia un commento

scroll to top