Tennis, WTA San Jose 2019: Bethanie Mattek-Sands elimina Venus Williams, esordio vincente per Victoria Azarenka

Si sono conclusi nella giornata di oggi i primi turni del torneo WTA di San Josè, il cui nome ufficiale è Silicon Valley Classic. Andiamo a vedere cos’è successo nei sei incontri della notte (e primissima mattina) italiana.

La notizia più clamorosa è certamente quella relativa all’eliminazione, nel match delle wild card, di Venus Williams, che cade vittima del colpo di mano di Bethanie Mattek-Sands. La nativa del Minnesota passa dopo oltre due ore con il punteggio di 6-7(4) 6-3 6-1, ricordando a tutti che, oltre a essere un’ottima doppista, anche in singolare a 34 anni qualche soddisfazione può ancora togliersela nonostante sia ufficialmente relegata all’assai bugiardo numero 674 del ranking WTA. La sua prossima avversaria sarà la spagnola Carla Suarez Navarro.

Esordio vincente, e poco tribolato, per la bielorussa Victoria Azarenka, che elimina la francese Harmony Tan, passata dalle qualificazioni, per 6-2 6-4 e giocherà contro la croata Donna Vekic, numero 5 del tabellone, capace di sopravvivere a una battaglia con la giapponese Misaki Doi (6-4 3-6 6-4). Avanti anche l’americana Danielle Collins, numero 8 del seeding, che batte la cinese Shuai Zhang per 6-4 5-7 6-2 e va a sfidare un’altra giocatrice del Paese più popoloso del pianeta, Saisai Zheng (6-3 6-1 alla britannica Heather Watson). Nell’ultimo match di giornata, la statunitense Madison Brengle conclude con un severo 6-0 6-3 il torneo della tedesca Andrea Petkovic, e sfiderà in un derby la giovane rampante Amanda Anisimova.

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL TENNIS

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Steven Hodel / Shutterstock.com

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis, ATP Washington 2019: i risultati di martedì 30 luglio. Jo-Wilfried Tsonga elimina Karen Khachanov

Basket, Mondiali 2019: il Giappone presenta il suo roster. C’è Rui Hachimura