Giro di Svizzera 2019, risultato prima tappa: Rohan Dennis vince la cronometro, Fabio Aru incoraggiante

Il Giro di Svizzera 2019 è iniziato nel segno di Rohan Dennis. L’australiano si è imposto nella cronometro individuale d’apertura, 9,5 km attorno a Langnau im Emmental: la prima frazione ha sorriso al Campione del Mondo delle prove contro il tempo, capace di trionfare in 10:50. Si tratta del primo successo stagionale per il 29enne della Bahrain-Merida che ha battuto per un decimo di secondo il polacco Maciej Bodnar (BORA-hansgrohe) e per 1” il connazionale Michael Matthews (Sunweb). Rohan Dennis indossa ovviamente la maglia di leader della classifica generale della corsa a tappe in terra elvetica, nove frazioni importanti per preparare al meglio il Tour de France che scatterà il prossimo 6 luglio.

Geraint Thomas ed Egan Bernal si stanno scaldando in vista della Grande Boucle, i due uomini del Team Ineos sono i grandi favoriti per il successo finale. Oggi il britannico ha chiuso in 11:07 e ha guadagnato 6 secondi sul colombiano: il vincitore dell’ultimo Tour de France è parso in ottima forma fisica ma lo stesso si può dire del giovane sudamericano che è rientrato ottimamente dall’infortunio che gli ha impedito di partecipare al Giro d’Italia. I due big del Giro di Svizzera hanno già guadagnato un piccolo vantaggio sugli altri uomini che dovrebbero lottare per la classifica generale: Soler (11:19), Rui Costa (11:27), Mas (11:33). Da annotare il settimo tempo di Peter Sagan (10:57).

C’era grande attesa per Fabio Aru, tornato in gara domenica scorsa al GP Lugano. Il Cavaliere dei Quattro Mori ha deciso di partecipare al Tour de Suisse proprio per ritrovare il giusto colpo di pedale dopo l’operazione all’arteria iliaca della gamba sinistra e oggi si è reso protagonista di una prestazione confortante: l’alfiere della UAE Emirates ha chiuso a 30” da Dennis (11:20), dimostrando una condizione in crescita e piacendo per l’atteggiamento messo in mostra. Il sardo sta cercando di capire a che punto si trova dopo un lungo stop e inizia a farsi sempre più insistente la voce di una possibile partecipazione al Tour de France.

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Ufficio Stampa UCI Innsbruck

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro del Delfinato 2019, risultato settima tappa: Wout Poels regala un sorriso al Team Ineos, Jakob Fuglsang si prende la Maglia Gialla

OVO Energy Women’s Tour 2019: Amy Pieters vince l’ultima tappa, Lizzie Deignan conquista la generale