Ginnastica artistica, Mondiali juniores 2019: i convocati dell’Italia. Cotroneo guida le ragazze

La FIG ha comunicato la lista degli atleti che parteciperanno ai Mondiali juniores 2019 di ginnastica artistica che andranno in scena a Gyor (Ungheria) dal 27 al 30 giugno: si tratta della prima rassegna iridata dedicata ai giovani, potranno partecipare ragazze nate nel 2004-2005 e ragazzi del 2002-2003. L’Italia si affiderà a Micol Minotti (2004), Giulia Cotroneo (2004), Veronica Mandriota (2005) e Chiara Vincenzi (2005): un quartetto di qualità che potrebbe togliersi diverse soddisfazioni anche se la concorrenza sarà di altissimo livello. Il CT Enrico Casella potrà operare comunque delle sostituzioni fino a ridosso dell’evento, questa è la consueta lista di pre-convocate che per regolamento deve essere consegnata con anticipo.

La Russia sarà fortissima con Vlasislava Urazova, Viktoriia Listunova, Elena Gerasimova ma ci saranno anche gli USA che punteranno sulle solidissime Konnor McClain, Kayla Di Cello, Skye Blakely: molte di queste atlete si sono già messe in gioco al Trofeo di Jesolo manifestando tutto il loro potenziale. Attenzione anche alla giapponese Chiaki Hatakeda (è la figlia di Yoshiaki Hatakeda che partecipò alle Olimpiadi 1992 e 1996) e alla cinesi Ou Yushan e Guan Chenchen, interessante la rumena Silviana Sfiringu. Al maschile i grandi favoriti sono il giapponese Takeru Kitazono e l’ucraino Nazar Chepurnyi oltre ai russi Ivan Kuliak e Ivan Gerget. L’Italia si può giocare delle carte interessanti: Ivan Brunello, Lorenzo Minh Casali, Mirko Galimberti e Ares Federici (sono tutti della classe 2002) potrebbero essere degli outsider.

 

CONVOCATI ITALIA PER MONDIALI JUNIORES GINNASTICA ARTISTICA:

FEMMINILE:

Micol Minotti

Chiara Vincenzi

Giulia Cotroneo

Veronica Mandriota

MASCHILE:

Ares Federici

Mirko Galimberti

Lorenzo Casali

Ivan Brunello

 

CLICCA QUI PER LA LISTA COMPLETA DEI PARTECIPANTI AI MONDIALI JUNIORES GINNASTICA ARTISTICA

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Calcio femminile, Alice Parisi: “Viviamo questo Mondiale per noi e per tutte quelle che sono a casa”

Roland Garros 2019: Rafael Nadal asfalta Kei Nishikori e vola in semifinale. Lo spagnolo si impone in tre set