Show Player

Basket, Playoff Serie A 2019: Venezia sconfigge Cremona in un finale da brividi! La seconda finalista si deciderà in gara-5



Servirà gara-5 per decretare la sfidante di Sassari nella finale scudetto della Serie A 2018-2019 di basket maschile. Nella sfida andata in scena questa sera Venezia ha sconfitto Cremona per 78-75 riportando la serie sul 2-2 al termine di una partita appassionante, dominata per la maggior parte del tempo dalla formazione di De Raffaele ma vinta soltanto nel finale grazie ad una magia di Michael Bramos. Mitchell Watt (19 punti) e un ritrovatissimo Stefano Tonut (17 punti) sono stati gli assoluti protagonisti dell’incontro e hanno permesso alla compagine veneta di toccare anche il +26 nel corso del secondo quarto. La squadra allenata da Sacchetti ha dimostrato ancora una volta un cuore infinito riportandosi a contatto grazie ad uno scatenato Mangok Mathiang (22 punti) e all’ottimo contributo di Michele Ruzzier (14 punti), ma la prestazione opaca di Andrew Crawford è risultata determinante nella sconfitta. La sfida si sposterà quindi al PalaRadi, dove venerdì andrà in scena la sfida decisiva per scrivere la parola fine su questo appassionante confronto.

L’equilibrio atteso alla vigilia dura soltanto un paio di minuti, poi sale in cattedra Watt che comincia a dettare legge sotto canestro firmando in prima persona l’allungo di Venezia (12-7). Sacchetti prova ad interrompere il gioco, ma Cremona non riesce a reagire e con un devastante parziale chiuso dal gioco da tre punti di Tonut la squadra di casa si porta sul +18 (25-7). Mathiang e Saunders provano a scuotere gli ospiti, ma ancora Tonut dalla lunetta chiude il primo quarto sul punteggio di 30-10. Il copione non cambia in avvio di secondo periodo, con la formazione veneta che tocca anche il +26 (41-15) trascinata dal giocatore azzurro e dalle giocate di puro talento di Daye. Con un parziale di 9-0 la Vanoli cerca di rientrare in partita: Ricci e Saunders accorciano il distacco (44-28), ma la tripla di Haynes e il canestro in allontanamento di Tonut valgono il 49-31 con cui termina il primo tempo.

Loading...
Loading...

Nella ripresa Cremona aumenta notevolmente l’intensità difensiva, mentre Venezia comincia a faticare a trovare la via del canestro: la conseguenza è un parziale di 11-2 in favore degli ospiti con Mathiang protagonista che riporta il distacco ad una sola cifra (51-42). Vidmar e Daye restituiscono ossigeno alla formazione di De Raffaele (58-43), ma Saunders e Stojanovic replicano immediatamente e con dieci minuti da giocare il tabellone recita 60-50. La tripla di Mazzola sembra spegnere definitivamente le speranze dei lombardi (69-52), ma uno scatenato Mathiang e la tripla di Ricci completamente fuori ritmo riaprono la partita ancora una volta entrando negli ultimi quattro minuti (71-60). Venezia comincia ad accusare la tensione e con un gioco da tre punti magistrale Ruzzier accorcia ulteriormente il distacco (72-66). De Nicolao dall’arco ricostruisce un buon margine, ma la replica di Ricci non si fa attendere e lo  0/2 dalla lunetta di Watt costa carissimo: sul ribaltamento di fronte Crawford non sbaglia e il punteggio si ferma sul 75-73 a 55” dal termine. Bramos si inventa un canestro da autentico fuoriclasse (77-73) e la grandissima difesa dei padroni di casa arresta la rimonta di Cremona. La penetrazione di Ruzzier arriva a tempo praticamente scaduto e il pubblico del Taliercio può festeggiare una sofferta ma meritata vittoria.

UMANA REYER VENEZIA – VANOLI CREMONA 78-75 (30-10; 19-21; 11-19; 18-25)
Umana Reyer Venezia – Bramos 5, De Nicolao 3, Watt 19, Daye 11, Stone 3, Haynes 10, Vidmar 7, Mazzola 3, Tonut 17. All. De Raffaele
Vanoli Cremona – Saunders 10, Ricci 11, Crawford 2, Aldridge 7, Ruzzier 14, Gazzotti, Stojanovic 6, Mathiang 22, Diener 2, Sanguinetti 2. All. Sacchetti

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

roberto.pozzi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top