Atletica, Diamond League Shanghai 2019: che duelli tra ostacoli e 100 metri, Guliyev sui 200. Manyonga cerca il volo

La Diamond League è pronta per fare tappa a Shanghai (Cina), il secondo appuntamento stagionale del massimo circuito itinerante andrà in scena sabato 18 maggio e si preannuncia estremamente avvincente con diversi big pronti a darsi battaglia. C’è grande attesa soprattutto per il duello sui 400 metri ostacoli tra il qatariano Abderrahman Samba e lo statunitense Rai Benjamin, secondo e terzo nelle liste mondiali di tutti i tempi: l’asiatico è scesa a 46.98 nella passata stagione e insegue il record di Young (46.85), l’americano cercherà di contrastarlo. Sui 110 ostacoli da non perdere la sfida tra l’olimpionico Omar McLeod che ha vinto nelle ultime due uscite su questa pista e il russo Sergey Shubenkov che detiene il diamantone.

Christian Coleman e Noah Lyles si affronteranno invece sui 100 metri dove vedremo all’opera anche il britannico Reece Prescod e il cinese Su Bingtian, l’olimpionica Elaina Thompson contrasterà Prandini, Hobbs, Henderson sui 100 mentre il turco Ramil Guliyev si cimenterà sui 200 metri, distanza in cui è Campione del Mondo.

Gianmarco Tamberi doveva essere uno dei protagonista nel salto in alto ma ha rinunciato a causa di una contusione al piede destro, il nostro portacolori vedrà sfidarsi altre stelle come Bondarenko, Starc, Przybylko, Ghazal. C’è grande curiosità attorno al sudafricano Luvo Manyonga, tutti sperano di vederlo ben oltre gli otto metri nel salto in lungo. La Campionessa di tutto Katerina Stefanidi sarà come sempre la donna copertina nell’asta insieme a Sandi Morris, bella battaglia nel giavellotto tra i due tedeschi Thomas Roehler e Andres Hofmann. Occhi sul cronometro nel mezzofondo: sui 5000 metri ci saranno Barega, Kejelcha e Cheptegei in grado di fare la differenza, sui 1500 spazio a Sifan Hassan, sui 3000 siepi vedremo all’opera la primatista mondiale Beatrice Chepkoech.

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: CP DC Press / Shutterstock.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Moto2, Risultato FP1 GP Francia 2019: Andrea Locatelli super a Le Mans, Lorenzo Baldassarri 9° deve inseguire

Internazionali d’Italia 2019: Naomi Osaka costretta al ritiro per un infortunio alla mano. Kiki Bertens in semifinale