Volley femminile, Conegliano vola in Finale Scudetto! Le Pantere travolgono Monza, serie chiusa 3-0: ora Novara o Scandicci

Conegliano è la prima finalista della Serie A1 di volley femminile: le Campionesse d’Italia hanno sconfitto Monza per 3-1 (22-25; 25-20; 25-19; 25-14) nella gara-3 della semifinale, hanno chiuso la serie per 3-0 e dal 1° maggio affronteranno la vincente di Novara-Scandicci nel confronto che assegnerà lo scudetto. Le Pantere andranno dunque a caccia della conferma tricolore dopo aver dominato la contesa con le brianzole che non è mai stata in discussione.

Le ragazze di coach Daniele Santarelli, dopo il doppio 3-0 rifilato alle rosablù nelle prime due partite, hanno concesso un set alle avversarie ma poi si sono scatenate di fronte ai 5000 spettatori del PalaVerde e hanno potuto festeggiare con pieno merito: dopo aver perso la Finale di Coppa Italia e aver ottenuto la qualificazione all’atto conclusivo della Champions League (da giocare il 18 maggio contro Novara a Berlino), le ragazze in giallo si sono guadagnate il diritto di lottare per un altro titolo. Monza termina qui la propria stagione dopo aver raggiunto le semifinali scudetto per la prima volta nella storia e avere conquistato la Challenge Cup, il prossimo anno ci sarà la possibilità della ribalta europea con la CEV Cup.

Prova sbalorditiva della centrale Robin De Kruijf (20 punti, 6 muri), dell’opposto Samanta Fabris (19, 3 muri) e della schiacciatrice Kimberly Hill (15) affiancata da Miriam Sylla (6), da annotare anche le prestazioni della palleggiatrice Joanna Wolosz e del libero Monica De Gennaro. A Monza non è bastata la solita Serena Ortolani (16 punti con 5 muri per l’opposto), doppia cifra anche per i martelli Anne Buijs (13) e Hanna Orthmann (10).

Il primo set viaggia sul filo dell’equilibrio fino al pari a quota 14, Monza trova un ace e il muro di Hancock per il break (16-14) che riesce a conservare con grande personalità (21-19 sul muro di Ortolani), Folie accorcia le distanze con due bei colpi (23-22) ma Ortolani piazza un gran diagonale e un errore delle venete consegne il set alle avversarie.

Secondo parziale punto a punto fino al 13-12 poi Conegliano prova un piccolo allungo con una sassata di Sylle a cui sono seguiti gli errori offensivi di Orthmann e Ortolani (17-15). Il muro delle padrone di casa è insuperabile (20-16 e 21-18 con una grande De Kruijf), Conegliano controlla la situazione nel finale e impatta.

Nella terza frazione Monza vola sull’8-4 approfittando di un paio di errori delle Campionesse d’Italia (Sylla fatica in attacco), Conegliano è costretta a inseguire fino al 10-13 quando mette il turbo: Hill sale in cattedra, Monza fatica e arriva il pari a quota 18. Qui è ancora la schiacciatrice statunitense con tre magie, intervallate dal primo tempo di Melandri e da un muro sontuoso, a spingere le ragazze di Santarelli fino al 25-19.

Il quarto parziale si decide subito in avvio: primo tempo di Danesi, due colpi di Fabris e 9-5 per le padrone di casa. L’opposto firma la parallela del 14-7, il set è in discesa e Conegliano viaggia verso la finale che arriva con la stoccata finale di Tirozzi.

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Ettore Griffoni

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

LIVE Conegliano-Monza volley 3-1 Gara-3 Semifinali in DIRETTA: Conegliano surclassa le brianzole e vola in finale Scudetto!

Basket, FIBA Europe Cup 2019: la Dinamo Sassari all’assalto della finale d’andata contro Würzburg e del primo trofeo europeo della sua storia