Tirreno-Adriatico 2019, Elia Viviani: “Ho trovato la ruota di Sagan, poi ho fatto la differenza negli ultimi 100 metri”


Prima vittoria alla Tirreno-Adriatico, quarta stagionale: sul traguardo di Foligno detta ancora legge Elia Viviani che domina in lungo e in largo la volata nella terza tappa della Corsa dei Due Mari. Il campione d’Italia ha battuto Peter Sagan e Fernando Gaviria, i due rivali più attesi. Per la Deceuninck Quick Step addirittura il diciassettesimo successo in questo 2019.

Queste le parole del velocista di Isola della Scala all’arrivo: “Purtroppo non avevo con me né Richeze né Morkov, mi sono trovato solo con Stybar che prima mi ha protetto un po’ la ruota e poi, quando c’è stato un rallentamento ai 500 metri, è stato bravissimo ad andare in testa per allungare nuovamente la fila. Nei finali così tecnici riesco a muovermi abbastanza bene da solo, mi sono messo a ruota di Sagan e quando Peter è partito ho capito che era il momento giusto, conoscevo bene il finale e negli ultimi 100 metri sono riuscito a fare la differenza”.

Giornata sulla carta tranquilla per la Maglia Azzurra Simon Yates che resta al comando della classifica generale: “È stata una lunga giornata, i team dei velocisti volevano controllare quindi siamo rimasti dietro cercando di risparmiare energia. Domani non è una frazione difficile ma la tappa 5 potrebbe essere decisiva”.

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: strenghtofframeITA Shutterstock.com

Lascia un commento

scroll to top