Ginnastica artistica, Europei 2019: presentate le prime squadre. Russia senza Mustafina? Tornano Paseka e Downie


Mancano ormai poche settimane agli Europei 2019 di ginnastica artistica che si disputeranno a Stettino (Polonia) dal 10 al 14 aprile, alcuni Direttori Tecnici hanno già comunicato ufficialmente le formazioni (ricordiamo che la competizione è individuale, ogni Nazionale può schierare quattro ragazze).

Valentina Rodionenko, responsabile tecnico della Russia, ha ufficializzato le convocazioni proprio un paio di giorni fa, al termine dei campionati nazionali. A rappresentare la seconda squadra più forte al mondo saranno: Angelina Simakova (classe 2002), neo campionessa nazionale nel concorso generale e alla trave; Anastasia Ilyankova, oro alle parallele e, ad oggi, la principale candidata a soffiare il titolo alla già campionessa del mondo Nina Derwael; e le olimpioniche Angelina Melnikova e Maria Paseka, ginnaste d’esperienza e con esercizi da medaglia.

Melnikova sarà probabilmente impegnata su tutti gli attrezzi al pari di Simakova, anche se maggiori attenzioni saranno rivolte al volteggio e al corpo libero, mentre Paseka, al rientro dopo un anno di stop dovuto ad un infortunio alla schiena, sarà impegnata solo alla tavola, il suo attrezzo di punta. Ai campionati russi ha vinto il titolo presentando anche il difficile Amanar (due avvitamenti e mezzo indietro), un salto che, se dovesse replicare correttamente agli Europei, potrebbe garantirle un posto sul podio.

Al momento, resta quindi fuori dal team Aliya Mustafina che, stando alle parole del DT, non è ancora pronta per ben figurare in un contesto individuale. Ai Nazionali, infatti, ha commesso qualche errore di troppo sia alla trave che alle parallele, da sempre i suoi attrezzi di punta. Nonostante questo però, Aliya sembra determinata a dimostrare il contrario, si è infatti detta pronta a riscattarsi e a presentare in gara anche il doppio avvitamento al volteggio, elemento che alzerebbe il suo punteggio nel concorso generale. La prima occasione per far ricredere la Rodionenko è prevista per il prossimo fine settimana: Aliya gareggerà in Coppa del Mondo a Stoccarda.

Per quanto riguarda invece la Gran Bretagna, la Federazione ha ufficializzato la presenza di Ellie Downie, Amelie Morgan, Alice Kinsella e Kelly Simm. Grande attesa per il rientro della Downie, campionessa europea nel 2017. Il suo 2018 è stato un anno di alti e bassi, tanti risentimenti fisici non le hanno permesso di lavorare al massimo delle sue capacità, ma nelle ultime e recenti uscite nazionali ha dimostrato di aver recuperato a pieno le sue difficoltà e, proprio per questo, si candida ad essere una delle possibili protagoniste anche in Polonia. La sua potenza nella parte acrobatica può fare la differenza sia al volteggio che al corpo libero, ma è doveroso sottolineare che ha importanti difficoltà anche alle parallele.

Buone aspettative si hanno anche per la neo senior Amelie Morgan che alle recenti Olimpiadi giovanili di Buenos Aires ha vinto l’argento nel concorso generale e al corpo libero (dietro alla nostra Giorgia Villa) e il bronzo alla trave, dimostrando di avere tutte le capacità per ben figurare anche in un contesto senior. Chiudono il quartetto Kinsella e Simm, entrambe due ginnaste senior con esperienza. La prima potrebbe puntare alla finale alla trave, mentre la seconda è una buona generalista e parallelista.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto:  Leonard Zhukovsky / Shutterstock.com

Lascia un commento

scroll to top