Basket, Serie A 2019, 22a giornata: Milano-Venezia big match, Varese ospita Cremona. Impegni difficili per le ultime quattro

James Mike Umana Reyer Venezia vs AX Armani Exchange Milano Lega Basket Serie A 2018/2019 Venezia, 18/11/2018 Foto M.Brunello/Ag. Ciamillo Castoria


Per una volta, l’intera ventiduesima giornata di Serie A si gioca integralmente di domenica, un evento ormai rarissimo in quest’epoca cestistica in cui gli anticipi di giorno, o anche i posticipi, sono cosa ormai abituale. C’è la sfida tra le prime due della classe, Milano e Venezia, ma anche un interessante Varese-Cremona e diverse sfide dalle ambizioni incrociate. Andiamo a vedere tutto nel dettaglio.

FIAT TORINO-SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA (Domenica 17 marzo, ore 12)
Sensazioni diametralmente opposte tra la Mole e le Due Torri: a Torino c’è preoccupazione per il futuro dopo l’ennesimo, negativo capitolo della trattativa tra la famiglia Forni e il gruppo Leonis, a Bologna c’è una ventata di ottimismo dopo il superamento degli ottavi in Champions League. Mario Chalmers stavolta debutterà in campionato, per la felicità del nuovo coach Sasha Djordjevic. Per sole 13 volte l’Auxilium ha battuto le V nere in 46 incontri, mentre Peppe Poeta è a 6 punti da quota 3000 in Serie A.

A|X ARMANI EXCHANGE MILANO-UMANA REYER VENEZIA (Domenica 17 marzo, ore 17)
In una qualunque altra giornata il big match sarebbe stato collocato direttamente la domenica sera, ma la presenza di Milan-Inter a San Siro ha suggerito di anticipare alle 17. Oltre che prima e seconda, Milano e Venezia sono le vincitrici degli ultimi tre scudetti (due l’Olimpia, uno la Reyer, nel 2017). La formazione di coach Walter De Raffaele, su 44 precedenti al Forum di Assago, ne ha vinti appena quattro. Periodi diversi per le due squadre: l’A|X Armani Exchange è in chiara fiducia dopo la vittoria europea sull’Olympiacos, mentre l’Umana ha una Champions League da farsi perdonare.

OPENJOBMETIS VARESE-VANOLI CREMONA (Domenica 17 marzo, ore 17:10)
Varese arriva dal passaggio del turno in FIBA Europe Cup, ma in Italia sta attraversando un periodo piuttosto altalenante, dopo aver disputato un gran girone d’andata. Per Cremona, che in Europa non gioca, c’è la possibilità di siglare la quarta vittoria consecutiva e agganciare Venezia al secondo posto, nel caso in cui la Reyer non espugnasse Milano. C’è però il nodo di Vojislav Stojanovic, che in settimana ha riscontrato un problema alla coscia destra di natura muscolare: per questa ragione è sotto osservazione in vista di domenica. Mai la Vanoli ha vinto a Masnago nelle nove precedenti occasioni.

VL PESARO-ACQUA S.BERNARDO CANTU’ (Domenica 17 marzo, ore 17:30)
Storia in campo in quel di Pesaro: la prima volta in cui le due squadre si sono affrontate risale al novembre del 1954, e questa è la sfida numero 120. A comandare nei precedenti è Cantù (65-54), che appare favorita in quest’occasione dal momento estremamente positivo (sei successi di fila), mentre la Victoria Libertas ha collezionato cinque sconfitte in serie. Matteo Boniciolli, coach pesarese, nelle tradizionali parole del venerdì manifesta un certo disagio causato dalla lotta per non scendere in A2, mentre in casa canturina si mantiene un basso profilo proprio nella settimana del ritorno in società dell’amatissimo Bruno Arrigoni come consulente tecnico, a 73 anni.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO-ALMA TRIESTE (Domenica 17 marzo, ore 18:00)
Prima dell’importante sfida contro Trieste, che vale una buona fetta di playoff (entrambe sono a quota 22 in classifica), il GM di Trento Salvatore Trainotti ha chiarito senza mezzi termini una cosa: di qui a fine anno non ci saranno movimenti di mercato. Partita importante per coach Maurizio Buscaglia, che può festeggiare le cento vittorie in Serie A. L’Alma difende l’85-74 dell’andata, e servirà la presenza di William Mosley sotto canestro: è lui il miglior tiratore da due in assoluto del campionato, con il 73,3%.

ORIORA PISTOIA-BANCO DI SARDEGNA SASSARI (Domenica 17 marzo, ore 18:30)
Ultima assieme a Reggio Emilia, Pistoia riceve la visita di una Dinamo Sassari che proviene dal passaggio del turno avvenuto in FIBA Europe Cup. Quest’incontro evoca ricordi felici per gli uomini di coach Alessandro Ramagli, vincitori al PalaSerradimigni per 111-113 nel match d’andata. E’ atteso il recupero di LJ Peak e Gianluca Della Rosa dai rispettivi infortuni. Coppa Italia e cammino in Europa a parte, per il Banco di coach Gianmarco Pozzecco c’è da invertire una pericolosa serie di cinque sconfitte di fila, che la sta allontanando dalla zona playoff.

SIDIGAS AVELLINO-GRISSIN BON REGGIO EMILIA (Domenica 17 marzo, ore 19)
Situazione complicata in termini di infortuni per la Scandone: si è fermato Demetris Nichols per il permanere dei problemi alla caviglia destra, mentre Ariel Filloy sta lavorando a parte. Potrebbero recuperare Ojars Silins e Lorenzo D’Ercole. In casa Reggio Emilia, invece, c’è qualche sondaggio di mercato in corso: sarebbe stato messo sotto la lente d’ingrandimento, pur senza contatti effettivi, il centro francese ex NBA Alexis Ajinca. La Grissin Bon necessita l’interruzione di una striscia di sette sconfitte consecutive.

GERMANI BASKET BRESCIA-HAPPY CASA BRINDISI (Domenica 17 marzo, ore 19:15)
Le brutte notizie per l’Happy Casa sono arrivate nel corso della settimana: durante il match contro Torino, Devondrick Walker ha subito un forte trauma al piede destro, terminando così la propria stagione. Al suo posto torna nel roster Wes Clark, fermo da tre mesi per un serio infortunio al tendine. Brescia ha assoluto bisogno di punti per riscattare l’occasione persa contro Trento nel posticipo serale della scorsa domenica. Si affrontano il terzo miglior uomo assist della Serie A, Luca Vitali (5.1 a gara), e il quinto miglior tiratore di liberi, Adrian Banks.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Lascia un commento

scroll to top