UAE Tour 2019: Elia Viviani sfida Gaviria e Kittel in un parterre stellare di velocisti

L’ UAE Tour si annuncia ricca di campioni. La corsa a tappe nata dalla fusione di Abu Dhabi e Dubai Tour, in programma negli Emirati Arabi dal 24 febbraio al 2 marzo, vedrà partire ben diciotto formazioni World Tour, alle quali si aggiungeranno la squadra statunintense del Team Novo Nordisk e la compagine russa della Gazprom-Rusvelo.

Tra i tanti fuoriclasse che saranno presenti in corsa, organizzata da RCS Sport, impossibile non menzionare il polacco Michal Kwiatkowski (Team Sky), lo spagnolo campione del mondo in carica Alejandro Valverde (Movistar), l’olandese Tom Dumoulin (Team Sunweb) e lo sloveno Primoz Roglic (Team Jumbo). Per l’Italia occhi puntati su Elia Viviani (Deceuninck-QuickStep), mentre Gianni Moscon potrà recitare un ruolo da protagonista assieme a Kwiatkowski nel Team Sky. La compagine britannica ha deciso di non schierare Chris Froome per consentire al keniano bianco di recuperare dopo le fatiche del Giro di Colombia Non sarà in lotta per la classifica generale Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida) al suo esordio stagionale: per lo Squalo sarà l’occasione giusta per mettere chilometri nelle gambe e recuperare il ritmo gara, in vista del Giro d’Italia.

Per le tre tappe completamente pianeggianti e con i presumibili arrivi in volata, Elia Viviani rivestirà il ruolo di favorito. Lo sprinter veronese è stato Il corridore più vincente del 2018, ha alzato le braccia al cielo per ben 18 volte nella scorsa stagione e ha iniziato il 2019 con due vittorie in Australia. Grandi ambizioni per il velocista della Deceuninck-QuickStep, il quale dovrà fronteggiare il colombiano Fernando Gaviria (UAE-Team Emirates) che con due affermazioni ottenute alla Vuelta San Juan, assieme al compagno Alexander Kristoff, formano il tandem più pericoloso per gli arrivi a gruppo compatto. Nel 2019 sono due i secondi posti raggiunti dall’australiano Caleb Ewan, dietro proprio ad Elia Viviani e che quindi cercherà di rifarsi in tutti i modi. Altro osso duro il tedesco Marcel Kittel (Team Katusha – Alpecinche con il successo alla Challenge Mallorca sembra aver ritrovato il giusto colpo di pedale.

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SUL CICLISMO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pier Colombo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, Test Barcellona 2019: risultati mattina 21 febbraio. Albon a sorpresa in testa, Hamilton spinge ed è 3°. Buon passo gara per Leclerc

Superbike, GP Australia 2019: Alvaro Bautista lancia il guanto di sfida a Rea. Melandri a caccia di rivincite