Salto con gli sci, Mondiali 2019: a Innsbruck Markus Eisenbichler davanti nelle qualificazioni. Passano Alex Insam e Sebastian Colloredo

Markus Eisenbichler | Credits: Marcin Kadziolka / Shutterstock


Si sono disputate quest’oggi le qualificazioni della gara individuale maschile valevole per i Mondiali di salto con gli sci 2019. A Innsbruck a farla da padrona sono i tedeschi, con Markus Eisenbichler e Karl Geiger ai primi due posti: l’uno ha saltato 128.5 metri per 143.2 punti, l’altro 131 metri con 141.1 punti. Terzo posto per lo svizzero Killian Peier, il cui salto è lungo 127.5 metri e i cui punti sono 137.5.

Tendono a nascondersi un po’ i big, anche se alcuni cambi di stanga (si è partiti dalla 14, per scendere poi progressivamente alla 13, alla 12 e infine alla 11) hanno reso piuttosto difficili i salti di alcuni di essi. Non è questo il caso di Ryoyu Kobayashi, quarto con 126 metri e 136.5 punti con un salto forse neppure al 70% delle potenzialità che il giapponese ha. Quinto posto per Michael Hayboeck (Austria), che con 125 metri e 130.2 punti precede il connazionale Philipp Aschenwald (127 metri e 128.9 punti). Settimo posto per Andreas Stjernen (Norvegia) con 122.5 metri e 128.3 punti: dietro di lui ci sono l’altro giapponese Daiki Ito (comportatosi molto bene), a 126.0 metri e 125.2 punti, il russo Evgeniy Klimov (122.5 metri con 124.3 punti) e l’idolo di casa Stefan Kraft, che chiude con 118.5 metri e 124.1 punti.

Qualche difficoltà per il contingente polacco: Kamil Stoch è undicesimo con 120 metri e 124 punti, Dawid Kubacki 24° con un salto di 114 metri che vale 115.7 punti, Piotr Zyla 33° con 111.5 metri e 104.3 punti. C’è da dire, però, che hanno tutti saltato in un momento in cui le condizioni di vento si erano fatte non semplici. Perde un elemento la Finlandia, con Andreas Alamommo che è il primo degli esclusi.

Si qualificano per la gara di domani Alex Insam e Sebastian Colloredo, l’uno al 41° e l’altro al 42° posto. Insam arriva a 112 metri e realizza 98.9 punti, restando davanti a Colloredo di due soli decimi, ma per entrambi la missione è compiuta.

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Marcin Kadziolka / Shutterstock

Lascia un commento

scroll to top