F1, presentata la nuova livrea della ROKiT Williams: la FW42 farà il primo shakedown il 16 febbraio a Barcellona


Nello stesso giorno in cui è stata svelata la nuova Toro Rosso, la Williams FW42, che da quest’anno non avrà più il “Main Sponsor” Martini in conseguenza del mancato rinnovo del contratto ma si chiamerà ROKiT perché legata all’azienda californiana che si occupa di telefonia e telecomunicazioni, è stata resa nota attraverso un video e alcune foto a rappresentare la nuova livrea della monoposto 2019. Colorazioni un po’ diverse rispetto al passato con la continuità del bianco associata all’uso di una tonalità di azzurro particolare.

Siamo molto contenti di dare il benvenuto a ROKiT nel nostro team come title partner per la stagione 2019 di Formula 1. Con ROKiT condividiamo tanti valori e aspirazioni, prima di tutto mettere l’ingegneria e innovazione al centro del nostro progetto. Questa è una base ideale per dare il via alla nostra partnership“, ha dichiarato Claire Williams, vice Team Principal della squadra ROKiT Williams Racing.

In realtà si tratta di un vernissage non nella sua interezza dal momento che la nuova vettura, che sarà affidata al polacco Robert Kubica e al campione del mondo della F2 George Russell, si presenterà successivamente nelle sue forme. Stando a quel che riportano gli addetti ai lavori, la nuova nata a Grove dovrebbe scendere in pista il 16 febbraio per il primo shakedown sul tracciato catalano di Barcellona, sede dei prossimi test che avranno inizio 2 giorni dopo. Un modo per verificare che tutti i componenti della nuova macchina inglese funzionino prima di girare con gli altri nelle prove ufficiali.

Appare chiaro che l’attrazione principale di questa stagione per la Williams sarà il rendimento di Kubica. Il racing driver, infatti, torna ad essere titolare di un team di F1 a distanza di nove anni. Quel bruttissimo incidente nel Rally di Andora del 2011 lo ricordiamo tutti e i postumi di quel crash misero fortemente a rischio la sua carriera viste le lesioni al braccio e alla gamba. Per Robert, infatti, sembrava che il ritorno nel Circus fosse molto distante proprio per le menomazioni subite e la sua attività agonistica si era concentrata su gare nei rally di categorie minori. Poi la chiamata di Renault e Williams come test-driver due anni fa e la promozione in questa stagione. Staremo a vedere di cosa sarà capace.

 

 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NEWS SULLA F1

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo twitter Williams

Lascia un commento

scroll to top