Vela, Coppa del Mondo Miami 2019: buona partenza per gli azzurri con Flavia Tartaglini, Di Salle-Dubbini e Ferrari-Calabrò nelle posizioni di vertice


La seconda tappa delle World Series 2019 di vela si è aperta oggi a Miami (Florida, Stati Uniti) con lo svolgimento delle prime regate di qualificazione nelle 10 classi olimpiche. La selezione italiana, priva nel Nacra 17 dei campioni iridati Ruggero Tita e Caterina Banti, ha cominciato con il piede giusto la prima competizione di rilievo della stagione piazzando tre imbarcazioni nella top3 parziale dopo la prima giornata.

Partiamo dal windsurf femminile e da un’ottima Flavia Tartaglini che ha inaugurato il 2019 con un prezioso secondo posto nella prima e unica regata disputata oggi, chiudendo alle spalle della cinese Yunxiu Lu e appena davanti all’israeliana Yarden Isaak. Buona prestazione anche per Marta Maggetti, la quale ha raccolto una buona quinta piazza utile per rimanere a contatto con le prime della classe in vista delle prossime gare. Nel RS:X maschile non è invece partito nel migliore dei modi il Campione Europeo Mattia Camboni, solo 21° al termine della giornata inaugurale con un pessimo parziale di 35-8 che lo costringe a non poter più commettere passi falsi per rientrare in gioco nella lotta per le posizioni di vertice. Daniele Benedetti è stato il migliore azzurro con un parziale di 17-21 che lo colloca in 16^ piazza nella generale con un distacco di 15 punti dalla top10 e di 29 lunghezze dalla prima posizione occupata dallo spagnolo Angel Granda-Roque.

Ottime notizie in chiave azzurra per quanto riguarda le imbarcazioni più accreditate nel 470, con le giovani coppie formate da Giacomo Ferrari-Giulio Calabrò e Benedetta Di Salle-Alessandra Dubbini che hanno chiuso la prima giornata rispettivamente in seconda e terza posizione nelle rispettive classifiche generali. Al maschile i due azzurri vice-campioni del mondo juniores si sono aggiudicati la prima prova per poi raccogliere un sesto posto nella seconda, utile comunque per inserirsi appena alle spalle degli svedesi Dahlberg-Bergstrom (parziale odierno di 2-3) e davanti agli statunitensi McNay-Hughes (3-5) nell’overall. Il secondo equipaggio tricolore in gara, formato da Matteo Capurro e Matteo Puppo, è stato abbastanza regolare portando a casa un 20° ed un 19° posto collocandosi attualmente in 21^ piazza assoluta.

Nel settore femminile Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini hanno ricominciato da dove ci avevano lasciati 4 mesi fa in quel di Enoshima (dove chiusero terze la prima tappa delle World Series), recitando sin da subito un ruolo da protagoniste assolute e chiudendo in terza posizione il day-1 con uno score di 2-9. Le azzurre Campionesse del Mondo Juniores in carica inseguono a 9 punti di distanza la Polonia di Skrzypulec-Zohar (vincitrici di entrambe le regate) e a 3 punti la Germania di Oster e Winkel. Giornata negativa per Elena Berta e Bianca Caruso, ventesime con 40 punti ed un parziale di 14-26.

Il quarto posto di Giovanni Coccoluto nella prima regata della Yellow Fleet sembrava poter rappresentare l’alba di un nuovo inizio per i laseristi italiani, a caccia del riscatto dopo un 2018 da dimenticare, ma il prosieguo della giornata non ha regalato altre gioie al Bel Paese. Coccoluto ha subito una pesantissima squalifica nella seconda gara, mettendo a referto 52 punti (scartabili a fine competizione) in classifica che lo hanno fatto crollare al 50° posto dell’overall. Gli altri azzurri impegnati non hanno brillato ma hanno portato a casa due regate regolari sempre nella Yellow Fleet, con Marco Gallo 34° (33-8), Gianmarco Planchestainer 36° (17-24) e Nicolò Villa 37° (20-23). Si è disputata una sola regata invece nel Laser Radial, con Valentina Balbi che è stata a sorpresa la migliore delle azzurre raccogliendo un 19° posto, mentre è andata peggio a Francesca Frazza, 29^, Silvia Zennaro, 31^, e Carolina Albano, addirittura 43^.

Nel 49er la coppia formata da Simone Ferrarese e Valerio Galati ha terminato il primo giorno di gare in una buona 17^ piazza assoluta con uno score di 29-10, mentre i più accreditati Uberto Crivelli Visconti e Gianmarco Togni hanno faticato non riuscendo a fare meglio di un 15° ed un 31° posto che li colloca in 25^ posizione nella generale. Nel 49erFX l’unica imbarcazione tricolore iscritta, composta da Maria Ottavia Raggio e Jana Germani, ha cominciato la settimana con una squalifica ed è dunque confinata in fondo alla graduatoria con 36 punti in attesa di una rimonta che dovrà partire sin dalle prossime regate in programma per non abbandonare il sogno di partecipare alla Medal Race.

 

 

erik.nicolaysen@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: CP DC Press Shutterstock.com

Lascia un commento

scroll to top