Tennis, WTA Sydney 2019: la finale sarà tra Ashleigh Barty e Petra Kvitova. Battute Kiki Bertens ed Aliaksandra Sasnovich


La finale del torneo WTA Premier di Sydney (Australia) vedrà opposte la padrona di casa Ashleigh Barty, che ha battuto in rimonta la testa di serie numero 7, l’olandese Kiki Bertens, con lo score di 6-7 (4) 6-4 7-5, e la ceca Petra Kvitova, testa di serie numero 5, che ha asfaltato la qualificata bielorussa Aliaksandra Sasnovich con il netto punteggio di 6-1 6-2.

Nella prima semifinale l’australiana Ashleigh Barty batte l’olandese Ashleigh Barty dopo una battaglia lunga due ore e venti minuti con il punteggio di 6-7 (4) 6-4 7-5. Nel primo set dopo break e controbreak tra quinto e sesto gioco si arriva rapidamente al tie break senza ulteriori strappi. L’australiana scappa via sul 4-1 con un minibreak, ma poi perde entrambi i turni al servizio, subisce sei punti di fila e cede 4-7. Nella seconda partita lo strappo decisivo arriva nel quinto gioco, con il break a 30 dell’australiana, che poi scongiura il controbreak nell’ottavo game risalendo da 15-40 e salvandosi ai vantaggi. La padrona di casa così conduce in porto la frazione per 6-4. Nella partita decisiva equilibrio assoluto fino al 5-5, poi, dal nulla arriva il break di Barty, cinica nello sfruttare l’unica opportunità avuta in tutto il set. Il 7-5 arriva facilmente, con un turno al servizio tenuto a zero.

Nella seconda semifinale, iniziata a notte fonda per l’incessante pioggia, la ceca Petra Kvitova si sbarazza velocemente della qualificata bielorussa Aliaksandra Sasnovich, battuta in appena un’ora e cinque minuti di gioco con lo score di 6-1 6-2. Nel primo set la ceca sale subito sul 3-0 non pesante, poi però accusa un passaggio a vuoto e concede tre palle break nel quinto gioco all’avversaria, che però non concretizza ed in pratica esce dalla partita: Kvitova vola 5-1 con un nuovo break e poi chiude comodamente per 6-1. Nel secondo parziale l’equilibrio dura fino al 2-2, poi nel quinto game arriva il break della ceca e, ancora una volta, la bielorussa cede mentalmente, perdendo ancora la battuta nel settimo game e cedendo infine per 6-2.

 

 

roberto.santangelo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Jimmie48-Shutterstock

Lascia un commento

scroll to top