Tennis, Hopman Cup 2019: la Svizzera di Federer trionfa ancora una volta contro la Germania. Decide il doppio misto

Roger Federer of Switzerland celebrates his victory against Stefanos Tsitsipas of Greece during their men's singles match on day six of the Hopman Cup tennis tournament in Perth on January 3, 2019. (Photo by TONY ASHBY / AFP) / -- IMAGE RESTRICTED TO EDITORIAL USE - STRICTLY NO COMMERCIAL USE --


E’ ancora una volta la Svizzera a trionfare nella Hopman Cup 2019, torneo/esibizione di tennis riservato ad otto rappresentative nazionali che ha visto confrontarsi la compagine rossocrociata e la Germania. Come era accaduto l’anno passato, è stato il doppio misto a decidere le sorti del confronto e la coppia Roger Federer / Belinda Bencic si è imposta con il punteggio di 4-0 1-4 4-3 (4). Negli altri due incontri Federer aveva sconfitto nettamente Zverev per 6-4 6-2 mentre Kerber aveva superato Bencic con lo score di 6-4 7-6 (6). Si tratta della quarta affermazione della selezione elvetica in questa manifestazione che potrebbe essere giunta ai titoli di coda, visti i programmi della Federazione Internazionale nel 2020.

Nel primo match andato in scena sul cemento di Perth (Australia), come detto, Roger l’ha fatta da padrone sciorinando colpi d’alta scuola e mettendo in grande difficoltà il rivale al servizio. Il “Maestro” ha saputo tenere un ritmo elevatissimo rispondendo praticamente sempre alla battuta del rivale e ottenendo medie importanti a rete: 25 punti su 33 tentativi. Con il 91% dei quindici conseguiti con la prima di servizio, l’ex n.1 del mondo ha lasciato le briciole a Sascha che poco ha potuto al cospetto di una prova di così ampia superiorità. A rimettere le cose a loro posto per la Germania ci ha pensato la n.2 del mondo che ha fatto valere il proprio tennis difensivo contro una Bencic troppo fallosa nei momenti decisivi della partita e non così abile negli spostamenti laterali. I colpi mancini incrociati, con il rovescio, sono stati la chiave di volta per la teutonica.

Nel doppio misto, poi, il primo parziale lasciava presagire un dominio elevetico, con Federer mattatore assoluto, a spadroneggiare a rete. Dal secondo set, però, soprattutto grazie all’eccellente prova in risposta di “Angie“, il duo tedesco ha saputo risalire la china, pareggiando il computo dei parziali e giocandosi il tutto al terzo. Una frazione nella quale le emozioni non sono mancate: Svizzera avanti di un break e con Roger al servizio, costretto  però alla resa per via delle risposti eccellenti dei teutonici. Tuttavia, nel tie-break, la classe dello fuoriclasse rossocrociato ha messo tutti d’accordo.

 

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Lascia un commento

scroll to top