Sci alpino, Stefan Luitz perde la vittoria a Beaver Creek per il caso ossigeno. Il successo passa a Marcel Hirscher


Era nell’aria da diversi giorni, ma la decisione definitiva della federazione internazionale è arrivata soltanto oggi. Il tedesco Stefan Luitz perde la vittoria conseguita nel gigante di Beaver Creek, nella tappa inaugurale della Coppa del Mondo 2018-2019 di sci alpino. L’atleta aveva inalato ossigeno da una bombola tra la prima e la seconda manche, pratica non consentita dalle norme della FIS. Con la squalifica Luitz perderà anche il premio in denaro (45000 franchi svizzeri) e i 100 punti conquistati nella classifica di Coppa del Mondo. L’atleta tedesco non subirà però un’ulteriore squalifica dato che la Wada non ha ravvisato alcun caso di doping. La vittoria passa all’austriaco Marcel Hirscher, che aggiunge un ulteriore gettone nella serie dei suoi innumerevoli successi.

La squadra tedesca aveva scelto di sottoporre Luitz alla pratica per facilitare il recupero vista l’elevata quota della località statunitense (3152 metri), non sapendo che agli atleti non fosse permesso inalare ossigeno tra le due manche. Il tedesco ha annunciato che farà ricorso al Tas di Losanna e nel frattempo proverà ad ottenere una sospensione della squalifica. Nel frattempo però il sito ufficiale della Fis ha già tolto la vittoria a Luitz, assegnando i 100 punti a Hirscher. La classifica del primo gigante inaugurale vede ora in prima posizione l’austriaco, seguito dallo svizzero Thomas Tumler e dal norvegese Henrik Kristoffersen. Riccardo Tonetti sale al settimo posto e ottiene quindi il suo miglior risultato in carriera.

roberto.pozzi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: PHOTOMDP / Shutterstock.com

Lascia un commento

scroll to top