Sci alpino, Luca De Aliprandini: “Mi sto ritrovando e dovrò spingere al massimo”; Manfred Moelgg: “Sono influenzato ma darò tutto”


Quando, prima dell’inizio della stagione, viene emesso il calendario della Coppa del Mondo di sci alpino, i protagonisti segnano con un circoletto rosso diversi appuntamenti. Le discese libere di Kitzbühel e Wengen, gli slalom di Schladming e Madonna di Campiglio, senza dimenticare i giganti dell’Alta Badia e di Adelboden. Domani, infatti, sarà di scena la celebre gara sulla Chuenisbärgli per uno di quegli eventi imperdibili nel corso di un’annata del Circo Bianco.

Un appuntamento storico e complicato, viste le difficoltà del tracciato e soprattutto del muro finale, che garantirà grande spettacolo e si spera possa essere occasione di riscatto per i nostri portacolori in una specialità che fa davvero tanta fatica. La stagione, nelle discipline tecniche, sembra avere preso una china tutt’altro che incoraggiante ma, rispetto alle prime uscite, qualche raggio di luce si sta intravedendo. Nel gigante, però, manca sempre il guizzo giusto. Luca De Aliprandini non sta certamente confermando le aspettative di inizio anno, mentre Manfred Moelgg e Riccardo Tonetti non riescono a dare continuità alle loro manche.

La squadra azzurra si presenta con gli sciatori citati e con Andrea Ballerin, Giovanni Borsotti, Giulio Bosca, Simon Maurberger e la novità rappresentata da Giulio Zuccarini. E quali sono le impressioni dei nostri portacolori? “La stagione è partita un po’ in salita poi con Alta Badia e Saalbach mi sono rimesso un po’ in carreggiata. Bisogna andare forte in tutte le gare perchè gli altri non stanno a guardare. Dovremo spingere al massimo dalla prima all’ultima porta, in più c’è il muro conclusivo dove l’esperienza e sapere come mettere gli sci può aiutare“, ha dichiarato De Aliprandini (fonte: FISI).

Purtroppo è qualche giorno che sono influenzato, diciamo che le cose non stanno girando al meglio, guardo comunque alla gara, proviamo a raccogliere le forze per dare il meglio, su un pista molto dispendiosa. Ho fatto due giri in pista stamattina, sono arrivato qui con poche porte di gigante nell’ultimo periodo, però conosco la pista molto bene, vedremo come sempre di dare il meglio”, ha invece sottolineato Moelgg (fonte: FISI)

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Cristiano Barni / Shutterstock.com

Lascia un commento

scroll to top