NFL 2019, Wild Card Round: gli Indianapolis Colts passano a Houston, mentre i Dallas Cowboys piegano i Seattle Seahawks


Sono scattati all’insegna del grande spettacolo i Playoffs 2019 della NFL. La strada per il SuperBowl LIII di Atlanta ha preso il via con la prima serata di match del Wild Card Round che non hanno certo deluso le attese. Nello scontro della AFC, vittoria dei caldissimi Indianapolis Colts in casa degli Houston Texans, mentre i Dallas Cowboys non si fanno sorprendere dai Seattle Seahawks. Questa notte le ultime due sfide, con i Chicago Bears che ospitano i Philadelphia Eagles ed i Los Angeles Chargers che vanno a fare visita ai Baltimore Ravems.

Houston Texans – Indianapolis Coltrs 7-21. Ci si attendeva grande equilibrio all’NRG Stadium di Houston, ma i lanciatissimi Colts di questo finale di stagione non sono d’accordo e iniziano subito fortissimo. Nel primo drive la difesa dei padroni di casa tiene finché può, quindi Andrew Luck, su un 2&10 dalle 44 dei Texans, riesce a servire T.Y. Hilton con un lancio da 38 yards, nonostante una tripla copertura. Sul gioco successivo il QB lancia per Eric Ebron che va in meta per il 7-0 Indianapolis. L’attacco di Houston non va, nè su corsa nè su lancio (DeAndre Hopkins viene fermato a sole 35 yards), per cui Indianapolis continua a spingere sull’acceleratore, sospinta da un Marlon Mack incontenibile. Il running back chiude il match con 148 yards su 24 portate e una meta, quella del 14-0, dopo un altro drive impeccabile nel quale regala spazio a Luck che può sfruttare le play-action. Nemmeno il tempo di arrivare al secondo quarto che Deshaun Watson (235 yards, un td e un intercetto) completa il suo inizio da incubo, facendosi intercettare a metà campo da Kenny Moore. I Colts avanzano fino alla red zone avversaria, ma J.J. Watt entra in partita, devia un lancio di Luck (222 yards totali e 2 td) e Brandon Dunn lo intercetta. Houston, però, non ne approfitta e Luck continua a imperversare. A 6:24 dall’intervallo, completa per 18 yards per Dontrelle Inman ed è il terzo touchdown per Indianapolis nella prima metà di gara. Si va al riposo sul 21-0, un risultato davvero inatteso. Il secondo tempo non vede cambiare la situazione, con i Texans che ci provano, ma non riescono mai ad andare a segno. La difesa, quantomeno, sale di livello e limita gli avversari, ma bisogna attendere il quarto quarto per vedere il punteggio muoversi. Deshaun Watson su un 3&5 dalle 6 yards lancia per Keke Coutee che riesce ad andare in meta nonostante stesse quasi per perdere il pallone. 7-21. Mancano circa 11 minuti, ma i Colts non mollano, proseguono sulle corse e gestiscono il match fino alla fine. Nel prossimo turno sono pronti per sfidare i Kansas City Chiefs a domicilio.

Dallas Cowboys – Seattle Seahawks 24-22. Grande spettacolo ad Austin, con i Cowboys che riescono ad avere la meglio sui soliti durissimi Seahawks. L’incontro inizia con Dallas che muove bene la palla con Zeke Elliott (137 yards per lui) sul terreno e Amari Cooper (altro match in tripla cifra, ben 106 yards) su ricezione, ma nel primo quarto non si va oltre un field goal per il 3-0. Il secondo quarto ricalca lo stesso copione, con diversi drive fermati dalle difese che si confermano di livello assoluto. Russell Wilson (233 yards e un td) inizia a mettere in partita i suoi ricevitori con un bel lancio per Ed Dickson a 9:00 dall’intervallo, conquistando il primo “primo down” del match. Nell’azione successiva il pallone vola a Tyler Lockett (120 yards totali nel match) per 35 yards e Seattle pareggia i conti sul 3-3 con un field goal. I padroni di casa si rimettono in cammino con i soliti Elliott e Cooper, ma un sack di Frank Clark a metà campo costringe Dallas al punto. Nel drive successivo Wilson lancia in maniera strepitosa per Lockett per 30 yards, ma anche in questo caso non si concretizza. Discorso opposto per i Cowboys che sfruttano un’altra corsa sontuosa di Elliott ed a meno di un minuto dalla conclusione segnano la prima meta con una ricezione eccezionale di Michael Gallup quasi sulla sideline. La ripresa inizia con un lungo drive di Seattle con un ottimo Rashaad Penny sulle corse, e una ricezione “da circo” di Doug Baldwin con i piedi quasi fuori dal campo. A 2:00 dalla quarta frazione Russell Wilson finta di servire il running back, si mette in proprio e corre per il touchdown del 14-10. Sorpasso Settle. Nell’ultimo quarto, però, colpisce per prima Dallas con il solito Elliott a 12:28 dalla fine per il 17-14. I Seahawks non riescono a rispondere e la palla torna ai padroni di casa. Sul kick-off riescono a ritornarla fino alle 40 yards dei rivali per un drive davvero favorevole. Così sembra, ma quando Dallas è vicina alla meta, K.J. Wright intercetta Dak Prescott in maniera rocambolesca e riapre tutto. La difesa dei texani tiene e bene e riconsegna la palla al suo attacco. Mancano pochi minuti e i Cowboys corrono, per macinare campo e cronometro. Missione compiuta, dato che arriva il touchdown proprio del QB che porta il punteggio sul 24-14. Seattle riesce a segnare a pochi secondi dalla fine, ma è troppo tardi. Dallas nel prossimo turno se la vedrà con i New Orleans Saints se vinceranno i Bears, altrimenti con i Los Angeles Rams in caso di passaggio del turno degli Eagles.

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SULLA NFL

 

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Ken Durden / Shutterstock.com

Lascia un commento

scroll to top