Judo, Grand Prix Tel Aviv 2019: Maria Centracchio in trionfo! Italia da delirio: podio in tutte le categorie!


Seconda giornata trionfale per la Nazionale italiana di judo impegnata nel Grand Prix di Tel Aviv 2019, che ottiene quattro podi complessivi (su 4 categorie di peso) con il primo posto di Maria Centracchio nei -63 kg, il secondo posto di Alice Bellandi (-70 kg) e Giovanni Esposito (-73 kg) ed il terzo di Christian Parlati (-81 kg).

Maria Centracchio ricomincia da dove ci aveva lasciati due mesi fa a Tashkent e ottiene un altro magnifico risultato a livello di Grand Prix, questa volta completando l’opera con la schiacciante vittoria nell’atto conclusivo dei -63 kg contro la padrona di casa israeliana Inbal Shemesh. La 24enne nativa di Castel di Sangro è stata perfetta sin dal primo incontro ed è riuscita ad avere la meglio contro tre avversarie di valore come l’israeliana Gili Sharir (n.6 del seeding), la britannica Lucy Renshall (n.3) e la russa Valentina Kostenko (n.7), prima di mettere a segno l’ippon decisivo in finale dopo 32″ di Golden Score contro l’altrettanto sorprendente Shemesh. Passo indietro rispetto agli ultimi incontri del 2018 per Edwige Gwend, capace di superare a fatica (dopo 1’41” di Golden Score) il primo turno con la modesta israeliana Adi Grossman per poi venire sconfitta dalla brasiliana Ketleyn Quadros (in finale di Pool) e dall’olandese Geke Van den Berg ai ripescaggi.

Nei -70 kg femminili è arrivato un altro ottimo risultato per la selezione tricolore con il secondo posto di Alice Bellandi, autrice di un percorso esaltante nel torneo interrotto solamente in finalissima contro la temibile svedese Anna Bernholm. La campionessa del mondo juniores in carica si è sbarazzata della francese Clemence Eme all’esordio per waza-ari per poi compiere un autentico capolavoro in finale di Pool sconfiggendo l’olandese Sanne Van Dijke (prima testa di serie e terza del ranking mondiale) con un ippon messo a segno a soli 3″ dalla fine dell’incontro. La bresciana classe 1998 si è poi imposta in semifinale al Golden Score contro la sorprendente danese Emilie Sook (squalificata al terzo shido) per poi avere la peggio in finale con Bernholm a causa di un improvviso ippon messo a referto dalla svedese dopo 38″. Eliminazione al primo turno per l’altra italiana impegnata, Carola Paissoni, che è stata estromessa dal torneo contro l’olandese Hilde Jager per aver subito tre penalità.

L’intenso pomeriggio azzurro è proseguito con il travolgente cammino di Giovanni Esposito nel tabellone dei -73 kg, in cui ha messo in fila una striscia di cinque vittorie consecutive con il portoghese Jorge Fernandes, l’azero Hidayat Heydarov (n.3 del seeding e n.9 nel ranking mondiale), il tajiko Khaiyomiddin Zhabborov, il turkmeno Shatlyk Jumanyyazov e lo svizzero Nils Stump prima di andare al tappeto nell’atto conclusivo contro l’outsider bielorusso Vadzim Shoka per waza-ari. Quest’ultimo aveva interrotto il cammino di un altro judoka azzurro, Augusto Meloni, che ha comunque ottenuto un settimo posto finale di tutto rispetto grazie ai due incontri portati a casa con il britannico Eric Ham e con l’azero Rustam Orujov.

Nei -81 kg maschili Christian Parlati si è reso protagonista di un ottimo torneo caratterizzato da quattro vittorie con l’uzbeko Sharofiddin Boltaboev, il croato Dominik Druzeta, l’ungherese Attila Ungvari e il portoghese Anri Egutidze (ippon nei primi tre incontri, waza-ari in finale di Pool) che gli hanno permesso di raggiungere le semifinali. A questo punto l’azzurro campione iridato juniores in carica è incappato in una sconfitta per ippon con il bulgaro Ivaylo Ivanov, ma ha reagito in maniera esemplare successivamente aggiudicandosi la finale per il terzo posto con l’azero Murad Fatiyev (il quale aveva in precedenza battuto l’azzurro Antonio Esposito nel primo turno dei ripescaggi) dopo quasi 3′ di un infinito Golden Score.

Di seguito, il riepilogo dei podi della seconda giornata del Grand Prix Tel Aviv 2019 di judo:

-63 kg F
1 Centracchio (Ita)
2 Shemesh (Isr)
3 Kostenko (Rus) e Vermeer (Ned)

-70 kg F
1 Bernholm (Swe)
2 Bellandi (Ita)
3 Fletcher (Irl) e Van Dijke (Ned)

-73 kg M
1 Shoka (Blr)
2 G.Esposito (Ita)
3 Butbul (Isr) e Khomula (Ukr)

-81 kg M
1 Muki (Isr)
2 Ivanov (Bul)
3 Parlati (Ita) e Chouchi (Bel)

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Fijlkam

Lascia un commento

scroll to top